Wind Music Awards, le grandi stelle della musica cantano in Arena

Domani su Italia1 alle ore 21:10 il primo dei tre appuntamenti con i Wind Music Awards. Le prossime puntate andranno in onda martedì 14 e 21 giugno. Alessandra Amoroso, Annalisa, Gigi D’Alessio, Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Mario Biondi, Elisa, Fabri Fibra, Ligabue, Emma Marrone, Marco Mengoni, Modà, Gianna Nannini, Negramaro, Noemi, Max Pezzali, Francesco Renga, Renato Zero, Nina Zilli e Zucchero: queste le grandi stelle della musica italiana protagoniste della prima puntata dei WMA 2011, condotti da Vanessa Incontrada e Teo Mammuccari, in onda domani, martedì 7 giugno, alle ore 21.10 su Italia1. A rendere ancora più magica la prima puntata dei WMA saranno la partecipazione straordinaria di Giorgio Panarello che, dopo essersi esibito in un inedito e applaudito monologo comico, ha ritirato il premio “Arena di Verona” per il successo del suo spettacolo “Panariello Non Esiste”, il duetto di Fiorella Mannoia e Cesare Cremonini nel brano “Le tue parole fanno male” e l’esibizione dei Beady Eye di Liam Gallagher. Le altre due puntate dei WMA andranno in onda martedì 14 e martedì 21 giugno. Durante le serate gli artisti ritireranno i premi per le categorie: cd (oro, platino, multiplatino), digital songs (platino, multiplatino), oltre ai Premio delle Associazioni del Settore Discografico di Confindustria Cultura Italia Fimi – Pmi – Afi e i premi speciali “Arena di Verona”. Come da tradizione, sul palcoscenico dei Wind Music Awards si alterneranno, in veste di premiatori, molti personaggi del mondo dello spettacolo, della televisione, dello sport e della cultura. Anche l’edizione 2011 dei WMA è realizzata da Wind Telecomunicazioni, organizzata e prodotta da Ferdinando Salzano per F&P Group e Gianmarco Mazzi per Arena Extra (società della Fondazione Arena di Verona) con la collaborazione delle associazioni del settore discografico Fimi, Pmi e Afi.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin