Bologna, bene partecipazione regione per case popolari

Al termine dell’udienza conoscitiva svoltasi oggi sul pdl che disciplina la partecipazione della Regione Emilia Romagna all’utilizzo dei fondi immobiliari chiusi per il sostegno all’edilizia residenziale e sociale, il Segretario Regionale dell’Ugl Tullia Bevilacqua ha espresso l’apprezzamento del sindacato per gli obiettivi che la proposta di legge vuole raggiungere. “Il pdl si pone l’obiettivo di impiegare le risorse economiche stanziate dallo Stato allo scopo di realizzare un sistema partecipato di rivalutazione delle strutture esistenti e per la costruzione di nuove unità abitative, attraverso la partecipazione di soggetti pubblici e privati, anche con l’uso dello strumento finanziario del “fondo chiuso”. Ugl auspica che attraverso questo strumento si abbattano realmente i costi degli immobili, andando incontro alle esigenze abitative delle famiglie e, in particolare, delle giovani coppie.. Ci auguriamo che la Regione definisca in maniera chiara e trasparente quali saranno i criteri di accesso ai benefici che il pdl si prefigge di portare alle classi più svantaggiate; su quali realtà abitative del territorio impatteranno, in riferimento alle fasce di utenza coinvolte; che lasci sgombro il campo da quelle speculazioni finanziare ed immobiliari che, solitamente, turbano il mercato della casa. Infine, esprimiamo il nostro apprezzamento per quanto affermato dall’Assessore Muzzarelli a chiusura dei lavori: aiutare prioritariamente i soggetti bisognosi, il cui progetto di vita è legato al possesso dell’abitazione. Come Confederazione, ci impegniamo a monitorare l’andamento dell’iter legislativo affinché vengano rispettati i criteri esposti nel pdl”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bologna, bene partecipazione regione per case popolari Bologna, bene partecipazione regione per case popolari ultima modifica: 2011-06-06T17:45:22+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0