La legge sullo stalking, la fine di un incubo

“Libere dalla persecuzione. La legge sullo stalking, la fine di un incubo”. E’ stato questo il tema della conferenza organizzata da Gianluca Cannavò, capogruppo del PdL alla Provincia regionale di Catania, nella sede della sua segreteria. A tenere le fila della discussione è stato un gruppo di professionisti i cui interventi sono stati moderati da Simona Zappalà. Eleonora Giusti ha relazionato sulla nuova legge sullo stalking, illustrandone l’iter procedurale e spiegando come si configura il reato di atti persecutori. Rosario Pennisi ha inquadrato il discorso dal punto di vista psichiatrico-forense attraverso una dettagliata relazione. A seguire l’intervento di Margherita Matalone, sociologa, che ha disegnato l’identikit dello stolker-tipo, analizzando i contesti prevalenti in cui questi commette atti violenti. A concludere la dott.ssa Carmen Bosco, psicologa dell’associazione Thamaia onlus, costituita nata nel 2001 su iniziativa di un gruppo di donne (assistenti sociali, psicologhe, sociologhe, medici e avvocatesse) che hanno utilizzato le loro differenti professionalità al servizio di quante si trovano a vivere situazioni di difficoltà o a subire qualunque forma di violenza (dal maltrattamento all’abuso sessuale, dalla deprivazione economica alla violenza di tipo psicologico). La parte finale è stata animata da un dibattito con il pubblico intervenuto numeroso.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin