Tende: tutti i segreti per sceglierle

Scegliere le tende per la propria casa non implica solo intervenire sullo stile con cui l’abitazione è arredata, ma anche provvedere al comfort di chi ci vive: esse, infatti, oltre a rappresentare un elemento estetico svolgono diverse funzioni pratiche, che hanno a che fare con la possibilità di mantenere la privacy dei locali ed evitare che la luce del sole scaldi in maniera eccessiva gli ambienti, soprattutto in estate. Non solo: ogni tenda rappresenta una sorta di confine tra gli spazi esterni e gli spazi interni. Insomma, il suo colore e la sua composizione contribuiscono a definire l’aspetto del contesto in cui viene inserita.

Le tende arricciate

Cercando tende nei punti vendita specializzati o su Internet, ci si può imbattere in una grande varietà di soluzioni, che testimonia l’esistenza di una vasta possibilità di scelta. Tra le opzioni più apprezzate rientrano le tende arricciate o morbide, che sono in grado di coniugare funzionalità e bellezza in virtù della loro polivalenza: vi si può far riferimento per il soggiorno e per la camera da letto, sia nel caso in cui vengano montate su bastone che nel caso in cui vengano montate su binario. In linea di massima, il bastone è da preferire se si è alla ricerca di un look sofisticato e all’insegna della raffinatezza: può essere in ferro battuto o in ottone, ma anche in legno. Il pregio principale che va riconosciuto a una tenda arricciata è quello relativo alla possibilità di far filtrare la luce: insomma, la riservatezza degli inquilini viene sempre assicurata, ma senza che questo comporti una diminuzione della luminosità degli ambienti.

Per quel che riguarda la scelta del tessuto, si può decidere di puntare sull’organza o sulla seta, che fanno della delicatezza il proprio strato distintivo, ma anche sul cotone o sul lino, materiali più comuni ma non per questo meno apprezzabili, senza dimenticare le caratteristiche delle fibre sintetiche. Dal punto di vista dei colori, non ci sono regole particolari da seguire, se non quella che prevede di scegliere il tono su tono nell’eventualità in cui si opti per il doppio bastone con l’intento di accostare una tenda non oscurante leggera e una più pesante. Proprio la luminosità è il fattore che deve essere preso in considerazione più di ogni altro nella scelta delle tonalità cromatiche, anche se il contesto ha un ruolo altrettanto importante: insomma, per una camera da letto sarà sempre meglio puntare su tinte delicate e tenui, come il rosa o un azzurro pallido.

A pannello e a pacchetto

Un altro esempio di tenda che si rivela molto utile è quella a pannello (a corda o a strappo): silenziosa e comoda, può essere impiegata per coprire una parete finestrata, ma anche per creare una divisione tra un locale e un altro. I più alti livelli di comfort, in ogni caso, sono quelli che vengono offerti dalla tenda a pacchetto, che può essere azionata tramite un cordino apposito e che, proprio per questo motivo, è consigliata per la cucina o per il bagno. Morbida o rigida che sia, è disponibile in trame differenti e può assecondare le esigenze più diverse.

9 su 10 da parte di 34 recensori Tende: tutti i segreti per sceglierle Tende: tutti i segreti per sceglierle ultima modifica: 2017-06-13T12:39:16+00:00 da Massimo Chioni
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento