Cosa vedere a Roma in 2 giorni

Roma è una delle città più belle e ricche di opere d’arte al mondo, infatti, sono così tante le attrazioni e i monumenti da visitare che per scoprirla tutta ci vorrebbero mesi, se non anni. La città è un vero e proprio museo a cielo aperto dove ogni angolo e piazza nasconde segreti e storie. E spesso, quando la si visita, si hanno solo pochi giorni, quindi, è importante fare una selezione delle cose assolutamente da non perdere per poter dire di aver visto veramente la città. Avete solo 2 giorni per visitarla? Ecco un interessante ed appassionante itinerario che guida il visitatore in uno straordinario viaggio alla scoperta della storia di Roma.

PRIMO GIORNO

L’itinerario non poteva che partire dal Colosseo, simbolo per eccellenza della città e uno dei monumenti più famosi al mondo. Inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO, il Colosseo è il più grande anfiteatro del mondo ed accoglie ogni giorno numerosi visitatori attratti dal fascino intatto della sua storia e della sua complessa architettura. Costruito per volere dell’imperatore Vespasiano nel 72 d.C., esso era usato per mostrare lotte tra gladiatori e scene di caccia con animali esotici e feroci. A pochi passi dal Colosseo si trova l’Arco di Costantino, l’arco di trionfo più imponente di Roma, nonché il più grande arco onorario giunto fino a noi. Eretto nel 313 d.C. per celebrare il trionfo dell’imperatore Costantino su Massenzio dopo la battaglia di Ponte Milvio, l’arco è decorato con sculture provenienti da monumenti di epoche precedenti dell’età di Traiano, Adriano e Commodo.

L’itinerario prosegue con una visita all’area archeologica dei Fori Imperiali, un insieme di piazze monumentali fatte costruire dagli imperatori romani tra il 46 a.C. e il 113 d.C. Essi rappresentano una grande testimonianza del passato e sono costituiti principalmente da 5 gruppi monumentali, il più importante dei quali è il Foro di Traiano. Dopo via dei Fori Imperiali e Piazza Venezia, si arriva a Piazza del Campidoglio, la magnifica piazza progettata da Michelangelo da cui è possibile accedere ai Musei Capitolini, il museo pubblico più antico del mondo, dove sono custodite splendide opere d’arte. Scendendo dal Campidoglio si raggiunge poi il Pantheon, uno dei capolavori architettonici dell’antichità meglio conservati, nelle cui cappelle sono custodite le tombe di Raffaello Sanzio e dei re d’Italia.

Poco distante dal Pantheon si trova Piazza Navona, una delle piazze più scenografiche della città e simbolo del barocco romano. Sorta sulle ceneri dello Stadio di Domiziano, la piazza è ricca di monumenti, tra i quali si segnalano: la Fontana dei Quattro Fiumi, la Fontana del Moro, la Fontana del Nettuno, la Chiesa di Sant’Agnese in Agone e Palazzo Pamphilj. Infine, questo primo giorno alla scoperta di Roma si conclude con altri due luoghi celebri in tutto il mondo: la Fontana di Trevi, la più scenografica e la più famosa tra le fontane di Roma, alla quale sono legate diverse leggende; e la magnifica Piazza di Spagna, sovrastata dalla monumentale scalinata di Trinità dei Monti, progettata nel 1700 da Francesco De Sanctis.

SECONDO GIORNO

Il secondo giorno l’itinerario parte da Città del Vaticano, con la magnifica Basilica di San Pietro, nonché la più grande chiesa del mondo. Simbolo della cristianità, la basilica attira ogni anno milioni e milioni di pellegrini provenienti da ogni parte del mondo per ottenere la benedizione del Papa. L’attuale basilica fu costruita tra gli inizi del Cinquecento e i primi decenni del Seicento, e ai lavori per la sua costruzione parteciparono tantissimi grandi architetti: Bramante, Giuliano da San Gallo, Raffaello, Michelangelo, Giacomo Della Porta, Domenico Fontana, Carlo Maderno e Gian Lorenzo Bernini. Spicca per dimensione e armonia l’imponente cupola progettata dal Michelangelo e conclusa in soli due anni, a causa della sua morte, da Domenico Fontana e Giacomo Della Porta. Tra i tanti capolavori custoditi all’interno della basilica il più famoso è senz’altro la Pietà di Michelangelo, opera che ancora oggi sorprende per tecnica ed emotività.

L’itinerario prosegue con una visita ai magnifici e vastissimi Musei Vaticani, dove sono conservate collezioni di opere d’arte tra le più prestigiose del mondo raccolte nei secoli dai Sommi Pontefici. Per di più, i musei comprendono illustri monumenti artistici, come la Cappella Sistina, la Cappella del Beato Angelico, le Stanze e la Loggia di Raffaello e l’Appartamento Borgia. Tra i capolavori esposti si segnalano opere di Giotto, Raffaello, Leonardo da Vinci, Tiziano, Giorgio de Chirico, Renato Guttuso, Picasso e Salvador Dalì, solo per citarne alcuni.

La tappa successiva dell’itinerario è l’imponente Castel Sant’Angelo, la fortezza dei papi edificata insieme al ponte che lo collega alla città a partire dal 123 d.C. per volere dell’imperatore Adriano. Il castello dal 1925 è anche la sede di uno straordinario museo, il Museo Nazionale di Castel S. Angelo, dove sono custodite collezioni di arte e storia nonché cimeli dell’Esercito Italiano. Inoltre, in alcuni periodi dell’anno è possibile attraversare il celebre “Passetto di Borgo”, un passaggio sopraelevato che collega Castel Sant’Angelo alle mura leonine e al Vaticano. Infine, l’itinerario si conclude con un passeggiata appassionante e coinvolgente tra i vicoli e le piazze di Trastevere, ritenuto da molti come il quartiere più autenticamente romano.

La soluzione migliore per visitare Roma e godere appieno della sua magica atmosfera è soggiornare presso Colosseum Suite, guest house di charme in posizione esclusiva, vicino al Colosseo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Cosa vedere a Roma in 2 giorni Cosa vedere a Roma in 2 giorni ultima modifica: 2017-03-21T12:27:35+00:00 da Salvatore Menale
Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone