Presentati i carri del Carnevale di Castellaneta 2017 alla Pettolata di Santa Cecilia

Castellaneta. Con le pettole di Santa Cecilia martedì 22 novembre 2016 è iniziato il percorso che porta alle chiacchiere di Sant’Antonio Abate, quando inizia ufficialmente il carnevale che, anche il prossimo anno, verrà organizzato dell’associazione Carnevale degli Alunni di Castellaneta.

La Pettolata di Santa Cecilia. patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Castellaneta, ha riscosso un successo senza precedenti e il ricavato della vendita dei ticket di 660 euro ha dato inizio alla raccolta fondi per la copertura finanziaria della realizzazione dei carri allegorici.

L’associazione Carnevale degli Alunni fa appello a tutti coloro che hanno a cuore questa iniziativa, che va difesa e sostenuta per poter andare avanti nel tempo, per la gioia dei più piccoli, per prima, ma anche per quella degli adulti.

Le pettole sono state preparate da Tommaso Errico del ristorante Sala Azzurra di San Basilio Mottola, accompagnate dal vino dal carattere forte da agricoltura biologica e con sentori fruttati prodotto dall’azienda Le Grotte di Sileno di Castellaneta.

Tutti esauriti i prodotti delle tre pasticcerie Bonbons, Dolci d’Autore e Dolci Voglie di Castellaneta che hanno anticipato le festività natalizie facendo degustare cartellate al vincotto di fichi, bignè alla crema e frollini al cioccolato e alla marmellata.

Molto interesse in piazza hanno destato le immagini delle sfilate della scorsa edizione del carnevale proiettate su uno schermo gigante da Patrizio Bruno; il dj Claudio Grasso ha animato la manifestazione in collaborazione con la scuola di ballo Obsession Dance.

Non da meno è stato anche il Mercatino dell’Artigianato con i lavori presentati degli artisti-artigiani, dai gioielli agli addobbi natalizi, ai coloratissimi animaletti in stoffa, ai profumatori, ai dipinti su vetro e agli oggetti in ceramica.

Presentato anche il tema del Carnevale 2017, “Abracadabra … L’Incantesimo della magia”, con le tre sfilate del 19, 26 e 28 febbraio; a questo proposito sono stati esposti i bozzetti dei carri allegorici, realizzati da Miranda Tagliente, che verranno costruiti dai componenti dell’associazione e da volontari.

Ad apre la sfilata sarà il carro “Cosa bolle in pentola?” che rappresenta uno strano calderone Cosa ci sarà dentro? Deve essere andato storto qualcosa mentre Morgana preparava un maleficio, in pentola, oltre alla coda di rospo e unghie di drago, c’è finita anche lei.

Protagonisti indiscussi del carro “La magia a metà” sono due figure imponenti ed importanti nel mondo magico: lo stregone e il mago buono, in continua lotta tra loro. Senza il bene non c’è il male e senza il male non c’è il bene.

Fate e folletti irlandesi, molto allegri e pieni di vita, sono pronti a festeggiare con canti e balli con il carro ”La magia della natura”. Tutto si svolge attorno a un fungo, tra fiori e animaletti del bosco. Si sa quanto la natura sia importante ed è essenziale proteggerla anche da noi stessi.

“Magia di un’illusione” è il titolo del quarto carro che rappresenta due numeri d’illusionismo: una donna che viene chiusa in una cassa e poi tagliata in due con una sega e un gigantesco ventaglio di carte da gioco; artisti che riescono a creare l’illusione di vedere una cosa che in realtà è diversa da come appare.la-magia-della-natura

0
SHARES
0