Messina tributa un encomio speciale a Elio Benenati

Encomio speciale al sovrintendente Elio Benenati, capo servizio della vigilanza della Riserva Naturale Orientata “Le Montagne delle Felci e dei Porri” di Salina. A consegnarlo il Commissario Filippo Romano.

Profondo senso del dovere

Il riconoscimento – si legge in una nota – è stato riconosciuto “per il profondo senso del dovere e l’elevata competenza” nel corso delle operazioni di soccorso di una turista francese di 68 anni che, lo scorso maggio, era scivolata in una scarpata lungo il sentiero che collega Val di Chiesa, frazione del Comune di Leni, alla sommità del Monte Fossa delle Felci.

Oltre al soprintendente Benenati, sul posto anche la squadra del nucleo speleo alpini fluviale dei Vigili del Fuoco di Catania ed il reparto volo con un elicottero AB 412, i Carabinieri della Stazione di Salina, diretti dal maresciallo Auricchio, il comandante della Guardia Costiera di Salina, Miuccio, e il dott. Cacciola e gli operatori De Mariano e Ambriano del 118.

La turista francese, immobilizzata dal personale medico su una barella, dopo complesse operazioni, è stata sollevata e trasportata in elicottero in un ospedale di Messina. Le operazioni di soccorso sono durate complessivamente cinque ore.

0
SHARES
0