Scosse di terremoto di magnitudo di 5.4 e 5.9, scuole chiuse all’Aquila

Le 2 fortissime scosse sono state registrate in tutte le Marche, dalle zone terremotate dell’Ascolano ad Ancona, a Fabriano e Pesaro.

Danni si registrano in diversi paesi e un ferito a Visso. La scosse sono state avvertite anche dalla popolazione in Abruzzo, in Umbria e nel Lazio. L’epicentro è stato individuato nell’area maceratese della Val Nerina.

Ulteriori crolli

Si registrano a Visso, Ussita, Castelsantangelo sul Nera e a Camerino. A Peracchia di Acquasanta Terme una grossa frana ostruisce il passaggio delle auto di cittadini che vorrebbero lasciare l’abitato. Ad Ascoli Piceno, dove dopo la seconda scossa c’è stato un breve black-out.

L’Aquila: scuole chiuse

Il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente avvisa di aver chiuso le scuole per domani. “Attenzione, ho appena disposto la sospensione, per domani 27 ottobre, dell’attività didattica in tutte le scuole del Comune. Nella giornata di domani procederemo ad una nuova verifica della sicurezza di ciascun edificio”.

Confermata la magnitudo della scossa delle 21.18

E’ confermata l’intensità della seconda scossa di magnitudo in 5.9. Il terremoto è avvenuto alla profondità di 8.4 km nella zona di Ussita, tra Visso e Castel Sant’Angelo sul Nera.

0
SHARES
0