Viterbo, arrestato Luigi Di Mattia convivente di Deborah Laezza trovata morta in casa

Deborah Laezza era stata trovata morta in casa lo scorso 1 agosto nella sua abitazione a Viterbo. Venerdì mattina i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno arrestato il convivente in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nella giornata di ieri dal GIP del Tribunale di Perugia.

Luigi Di Mattia aveva violato le prescrizioni che gli erano state imposte

Nel corso delle indagini e degli accertamenti effettuati in seguito del decesso della ragazza è emerso che Luigi Di Mattia, campano di 37 anni, con precedenti di polizia, già sottoposto agli arresti domiciliari nell’ambito di un procedimento per rapina in carico all’autorità giudiziaria perugina, aveva nei giorni precedenti ripetutamente violato le prescrizioni che gli erano state imposte con l’ordinanza con la quale gli erano stati concessi gli arresti domiciliari. Dopo la notifica del provvedimento è stato condotto in carcere Mammagialla.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone