Formia, minorenni costrette a marinare la scuola e a prostituirsi anche sotto la minaccia di morte

Due ragazzi di 19 e 20 anni sono stati arrestati con l’accusa di organizzazione e sfruttamento della prostituzione minorile. Vittime due quindicenni di Formia. Il caso è emerso dopo un litigio di una ragazzina con la sua famiglia preoccupata per le frequentazioni.

La ragazzina è fuggita di casa e ha passato la notte da un amico immigrato che l’avrebbe violentata. L’uomo è stato poi denunciato per violenza sessuale. Le indagini successive hanno portato alla luce il giro di prostituzione minorile. Le due minorenni erano costrette a rapporti con clienti anche tre volte a settimana. Il compenso veniva spartito tra loro e i due arrestati.

Molti clienti delle due ragazzine sono professionisti di Formia.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone