Cellino San Marco, è un ottantennte l’autore del rogo al portone della casa in cui ha avuto i natali Albano Carrisi

Si sarebbe trattato di uno scambio di persona. L’uomo di 83 anni, reo confesso, avrebbe in realtà voluto colpire il nipote del cantante, che è il titolare di un esercizio commerciale vicino all’abitazione di Albano.

L’anziano è reo confesso dell’incendio del portone dell’abitazione di Cellino San Marco in cui ha avuto i natali Albano Carrisi. L’episodio risale alla notte tra il primo e il 2 maggio scorsi.

Il pensionato ha confessato davanti ai Carabinieri e al pm Raffaele Casto e ha anche precisato di aver sbagliato obiettivo. L’uomo era stato “immortalato” dalle telecamere della zona mentre appiccava le fiamme a un cumulo di carte. E’ ora indagato in stato di libertà per danneggiamento seguito ad incendio.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone