L’Opec taglia le stime della crescita di domanda di greggio per il 2016

L’Organizzazione dei Paesi esportatori ha ridotto le proprie previsioni sulla domanda globale di 50 mila barili al giorno per l’impatto del rallentamento in America Latina e i rischi sugli sviluppi dell’economia in Cina. Avverte che non è esclusa una ulteriore revisione al ribasso nei mesi a venire.

A marzo l’Opec ha pompato 32.25 milioni di barili al giorno, 14.900 in più rispetto a febbraio, ma dai dati contenuti nel rapporto emerge una riduzione di 487 mila barili al giorno rispetto a gennaio che rappresenta il termine di riferimento per il congelamento dei livelli produzione di cui si discuterà nel vertice di Doha di questo fine settimana.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone