Belgioioso, “Amico mio atto II” eseguiti 14 provvedimenti cautelari

arresti carabinieriA conclusione di un’indagine su furti di macchine operatrici, trattori e mezzi pesanti, i Carabinieri avevano rinvenuto a Torre d’Arese, a casa di uno degli arrestati, mezzo kg di marijuana. Dalls coperta è partita l’operazione, “Amico mio atto II”, che ha fatto scattare l’esecuzione di 14 provvedimenti cautelari di cui 5 in carcere, 6 agli arresti domiciliari, 2 con obbligo di dimora e uno con obbligo di firma.

Una gang composta da italiani e albanesi, che aveva base operativa in provincia di Pavia, in un bar di Belgioioso – arrestati il gestore e la moglie -, con le consegne a Broni, anche se la destinazione della droga – marijuana, hascisc e cocaina – era sia il Pavese che la zona di Castellanza.. Nel corso dei 4 mesi d’indagine erano già scattati 7 arresti in flagranza di reato, con il sequestro di oltre 10 chili di marijuana, 220 grammi di cocaina e di circa un etto di hascisc.

L’inchiesta è diretta dal procuratore della Repubblica di Pavia, Mario Venditi. Le indagini sono state condotte dal Nucleo investigativo del Comando provinciale dei Carabinieri di Pavia, comandato dal colonnello Fabio Cairo.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone