Firenze, Festa nazionale del Kuwait l’assessore Mantovani alle celebrazioni al Museo Stibbert

Un evento per celebrare un doppio anniversario: l’indipendenza dal Protettorato Inglese risalente a 55 anni fa e la liberazione dopo la prima Guerra del Golfo, avvenuta nel 1991. Ieri il Museo Stibbert ha ospitato la Festa del Kuwait e l’assessore alla cooperazione e relazioni internazionali Nicoletta Mantovani ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale. “Sono lieta di essere qui in occasione dei festeggiamenti per un doppio anniversario – ha esordito l’assessore –. Si tratta di date importanti per il Kuwait, un paese caratterizzato da una cultura legata alle proprie tradizioni ma proiettata nel futuro e aperto alle collaborazioni con il mondo occidentale.E proprio dal 1991 che la città di Firenze è legata allo Stato del Kuwait da rapporti storici molto saldi che si sono concretizzati nel patto di gemellaggio tra Firenze e Kuwait City. Fin da allora – ha continuato l’assessore Mantovani – anche grazie all’Associazione Italia Kuwait, sono state realizzate varie iniziative che hanno coinvolto le due città sia in ambito culturale che economico”. Tra queste il recente tavolo di  lavoro con il Consiglio di Cooperazione degli Stati del Golfo Persico, formato dagli Ambasciatori di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman e Qatar, finalizzato a una conoscenza reciproca delle realtà aziendali fiorentine e dei rappresentanti dei Paesi del Golfo al fine di verificare eventuali opportunità di collaborazione. Il 2016 – ha aggiunto l’assessore – è l’anno in cui Kuwait City sarà capitale della cultura islamica nel mondo ed è molto importante in un periodo come quello che stiamo vivendo preservare la cultura e le tradizioni di un paese”.
Alla cerimonia era presente, tra gli altri, l’ambasciatore Sheikh Alì Khaled Al Sabah e Pierandrea Vanni presidente dell’Associazione Nazionale Italia-Kuwait.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone