Scafati, marocchino con i piedi legati da una corda di canapa, pestato a morte

Il nordafricano è stato trovato ancora vivo, nella sua abitazione nel centro di Scafati, in provincia di Salerno. A distanza di qualche ora il marocchino è morto.

E’ stato un connazionale che abita nello stesso stabile a lanciare l’allarme dopo aver trovato la porta di casa scardinata. L’uomo ha allertato i Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore che, una volta entrati, hanno rinvenuto il marocchino in condizioni disperate. Trasportato in codice rosso all’ospedale “Umberto I” di Nocera Inferiore, è deceduto. I militari stanno indagando per scoprire i motivi e gli autori del violento gesto che ha portato alla morte dell’uomo, incensurato e che non aveva legami con la criminalità; faceva lavori saltuari per vivere.

L’agonia della vittima è stata atroce dal momento che l’aggressione risale molto probabilmente al giorno prima e sarebbe rimasto legato e ferito per quasi 24 ore.

9 su 10 da parte di 34 recensori Scafati, marocchino con i piedi legati da una corda di canapa, pestato a morte Scafati, marocchino con i piedi legati da una corda di canapa, pestato a morte ultima modifica: 2016-02-25T22:47:48+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento