La fine delle sanzioni in Iran fa crollare ancora il prezzo del petrolio

Aumento in vista per le esportazioni di petrolio in un mercato già inondato dalla sovrapproduzione. A determinarlo la fine delle sanzioni in Iran. Ciò assesta un nuovo colpo alle quotazioni del petrolio.

Il Brent scende, per la prima volta dal novembre 2003, sotto i 28 dollari al barile cedendo il 4,4% a 27,67 dollari. Male anche il Wti del Texas che perde il 3,6% a 28,36 dollari.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone