Serie B anticipo 15.esima giornata, il Crotone batte lo Spezia con un rigore di Stoian. Amaro debutto per il tecnico Di Carlo sulla panchina dei liguri

rossoblù esultanti dopo un golDi Carlo, tecnico alla sua prima giornata in serie B sulla panchina dei liguri, in sostituzione di Bjelica, non è bastato per fare tornare al successo la sua nuova squadra. Il Crotone targato 2015/2016 sotto l’egida del tecnico Juric è un cliente che ogni avversario fatica a tenerlo a bada. Lo Spezia ci ha provato con una formazione diversa dalla precedente ma ha dovuto subire la quarta sconfitta consecutiva. Assenti per squalifica gli attaccanti Catellani e Calaiò a cui si è aggiunto l’infortunato Juande e non ancora disponibili De Las Cuevas, Kvrzic, mister Di Carlo ha preferito schierare in sostituzione dei primi tre Ciurra, Nenè (in campo con un tutore al viso), Milos. Il risultato finale ha dato ragione al Crotone che evade nel migliore dei modi il primo dei tre difficili impegni da affrontare nello spazio di nove. L’uno dicembre contro il Milan al Meazza, il cinque dello stesso mese all’Ezio Scida contro il Cesena di Massimo Drago. Mister Juric ha optato per i nove/undicesimi della precedente vittoria casalinga contro la Ternana. Le due novità hanno riguardato l’inserimento di Zampano e Martella al posto di Balasa e Galli.

Il Crotone dimostra vivacità e tranquillità fin dai primi minuti e controlla bene sia il centrocampo che la difesa senza mai subire l’offensiva avversaria. Rossoblù mai arroccati in difesa si fanno vedere in area dello Spezia con pericolosità al minuto undicesimo con Stoian che manda il pallone di poco alto sulla traversa. Un minuto dopo calcio di rigore per fallo di mano del difensore Milos (ammonito) che toglie il pallone dalla testa di Stoian. Dagli undici metri batte Stoian e porta in vantaggio i pitagorici. Crotone che continua ad andare in gol nelle ultime otto giornate. La reazione dei locali arriva al minuto diciassettesimo per una distrazione difensiva tra Yao e Cordaz ma non provoca nessun danno agli ospiti. Si agita Di Carlo che richiama l’ex difensore Migliore, schierato a sinistra, ad un maggiore controllo della fascia quando scende il rossoblù Ricci. Il pericolo per il Crotone al minuto quarantatreesimo in seguito ad una punizione dal limite calciata da Acampora per la testa di Terzi. Minaccia sventata da Cordaz che devia il pallone oltre la traversa. Primo tempo non oltre la sufficienza per quanto riguarda la qualità del gioco complessivo. Spezia impiccione a centrocampo e quasi nullo in attacco dove il duo Acampora, Nenè è stato poco redditizi in fase offensiva. Tra i rossoblù bene Budimir che si è sottoposto ad un lavoro massacrante tra attacco e difesa. Finché il giocatore avrà fiato a sufficienza reggerà il ritmo. Ripresa con Di Carlo che lascia fuori il centrocampista centrale Errasti per fare posto a Brezovec centrocampista offensivo. Migliora l’offensiva dei locali fino al limite dell’area rossoblù senza che però riescono a superare la difesa per impensierire Cordaz. Break del Crotone al cinquantatreesimo quando Martella crossa un preciso pallone per la testa di Ricci che da favorevole posizione manda fuori. Il nuovo entrato Brezovec fa la differenza e lo Spezia mette in difficoltà il Crotone nei primi venti minuti della ripresa.

I pericoli arrivano dalla fascia destra dove Zampano accusa stanchezza. Juric cerca di rimediare sostituendolo con Balasa per bloccare le giocate degli avversari sulla fascia. Con il passare dei minuti Di Carlo potenzia l’attacco per evitare la sconfitta. Dentro la punta Rossi in sostituzione del difensore Milos. Spezia con tre difensori, quattro centrocampisti, tre attaccanti. Non si scompone il Crotone che sa come ripartire con Martella, e Balasa e quando lo fa mette in difficoltà la difesa avversaria. È il Crotone formato secondo tempo che diventa protagonista del campo. Ottantunesimo minuto esce Stoian per infortunio ed entra Palladino a dare man forte all’attacco per tenere sempre alta la squadra. I suoi tocchi mettono in crisi la difesa avversaria. Debutto amaro per il tecnico Di Carlo che dovrà rivedere molte cose nella sua squadra. Crotone protagonista di una stagione che al momento è da incorniciare con la terza vittoria esterna che tradotta in cifre significa il secondo posto.

Spezia       0

Crotone     1

Marcatori: Stoian ( R ) 12°,

Spezia (4-4-2): Chichizola, Milos (Rossi), Terzi, Postigo, Migliore, Martic, Errasti (Brezovec), Acampora, Situm, Ciurria (Tamas), Nenè. All. Di Carlo

Crotone (3-4-3) Cordaz, Yao, Claiton, Ferrari, Zampano (Balasa), Capezzi, Barberis, Martella, Ricci (De Giorgio), Budimir, Stoian (Palladino). All. Juric

Arbitro: Leonardo Baracani (Firenze)

Coll. Pasquale De Meo (Foggia) – Damiano Di Iorio (Verbania)

Quarto giudice: Andrea Morreale (Roma 1)

Ammoniti: Milos, Capezzi, Surria, Brezovec

Angoli: 8 a 7 per lo Spezia

Recupero: 5 minuti nella ripresa

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone