Melicucco – serata d’élite con “Cantando in una notte d’estate”

128

Melicucco – “Cantando in una notte d’estate” è il titolo della serata organizzata dall’Associazione “Ci Siamo” con Presidente Maria Filomena Condoluci e dal “Cenacolo di preghiera di Melicucco cuore immacolato di Maria rifugio delle anime”, responsabile Sandra Condoluci. L’evento nasce con lo scopo di fare beneficenza e con l’intento di iniziare a collaborare tra associazioni e territorio, quando le idee si mettono insieme si può raggiungere qualsiasi obbiettivo. I soldi raccolti con la riffa di beneficenza saranno utilizzati per un progetto che si dovrebbe realizzare a Melicucco RC –  Questo è quanto detto dalla voce dell’organizzatrice Sandra Condoluci e da Filomena Condoluci i quali hanno presentato la serata ai convenuti. Presente l’amministrazione comunale con il vice sindaco Napoli Amelia e Andreina Condoluci. Qualche parola è stata spesa anche dal parroco del paese Don Pasquale Galatà per poi passare i microfoni a due ragazze che si sono alternate nel presentare la serata ed i brani interpretati dalle colleghe, ovvero Antonella Cavallaro corista dell’ Ensamble vocale del cantiere di Mileto e Chiara Cocciolo . Le altre splendide ragazze che si sono alternate cantando divinamente con le loro meravigliose voci sono; Chiara Aracri, Paola Cascasi, Maria Pia Guerrera, Federica Lacquaniti, le quali affiancano alla collaborazione con il Cantiere musicale di Mileto, lo studio del canto presso il Conservatorio Fausto Torrefranca di Vibo Valentia guidate dal Maestro Francesco Anile, giovani e belle voci ( soprani ) del comprensorio vibonese. Chiara Cocciolo, Rita Crudo, Renata Pescarin, Giulia Todaro fanno parte anch’esse del Cantiere Musicale Internazionale, sono tutte originarie del vibonese. Mariapia Marcucci è l’unica cantante di Melicucco la quale studia nella stessa scuola ed a curarne la sua preparazione è la Maestra nonchè soprano Caterina Francese, che a Melicucco conosciamo da diversi anni perchè molte volte ospite in altre serate. “Cantando in una notte d’estate” , un titolo azzeccatissimo per la prestigiosità dell’interpretazione che le ragazze hanno dato ai brani. Una serata d’élite dove le voci delle “soprano” ci hanno fatto viaggiare nel tempo. Voci che hanno incantato la platea la quale non ha mai disdegnato di applaudire le splendide interpretazioni. La serata è stata improntata da una musica varia che partiva con dei brani classici del ‘700 fino a giungere ai giorni nostri. Una voce nuova per la nostra cittadina quella di Mariapia Marcucci che ha interpretato “Nessuno mi può giudicare”, l’unica ragazza  di Melicucco la quale con questo brano ha vinto la selezione all’inedito del premio Mia Martini. Una serata gioiosa, diversa dalle solite musiche stereotipate e le ragazze con le loro voci avrebbero incantato chiunque fosse presente. Sono stato anche io ospite della serata, invitato da Sandra Condoluci per leggere una mia poesia, ed a metà serata, presentato da una delle soprano, ho letto una delle ultime poesie la quale ha partecipato al premio International Art Price Giotto dal titolo “Tempesta Impazzita”. Riprendono le canzoni, in una atmosfera di un livello superiore alla media, rispetto ad altre tipologie di serate estive, dove la serata era impregnata di cultura musicale, vocalità e non solo. Anche la Soprano Caterina Francese ha interpretato una canzone con una tonalità acuta degna di una sirena che incanta con la sua voce chi l’ascolta. Ed a conclusione della serata un ospite eccezionale, il Tenore Francesco Anile che ha rallegrato i cuori degli astanti, cantando un brano finale insieme a tutte le soprano, maestra compresa in una interpretazione da brivido, ci hanno fatto ascoltare “O sole Mio”, e tutti canticchiavamo nel bene e nel male insieme a loro.

Rino Logiacco