Chiarini di Montichiari. Ragazzo di 12 anni si trasforma in sicario per conto di un parente: il ferito è al Civile di Brescia

351

Una storia incredibile. Un intero paese sotto choc. Un ragazzo di 12 anni si trasforma in sicario e spara ad un uomo in via Santa Scolastica nella frazione Chiarini di Montichiari. Il ferito ha 31 anni e, per fortuna, non è morto.

In base all’accusa il mandante è un suo parente, un italiano di 27 anni, responsabile di avergli affidato la pistola calibro 22 che deteneva illegalmente, con il preciso incarico di colpire il giovane con cui avrebbe avuto un litigio per ragioni sentimentali. Il mandante ora si trova in carcere a Brescia. La vittima dell’agguato è finito al Civile di Brescia, in prognosi riservata ma non sarebbe in pericolo di vita.

Ai Carabinieri della compagnia di Desenzano, in coordinamento con la Procura di Brescia, il compito di indagare. I militari hanno anche rinvenuto e sequestrato l’arma, con matricola abrasa e sprovvista di numero di serie.

Il minorenne che ha sparato non imputabile perché nei suoi confronti è prevista la presunzione assoluta di incapacità. Sulla posizione del minore è coinvolta la Procura minorile. Per il mandante le accuse sono di concorso in tentato omicidio, ricettazione e detenzione illegale di arma clandestina. Proseguono le indagini al fine di chiarire la dinamica e stabilire l’esatto movente del delitto, per ora attribuito ad una lite per una ragazza.