Tragedia del lavoro a Cavallermaggiore: morto Davide Gennero, grave il fratello Francesco

327

Infortunio sul lavoro in un’azienda agricola di Cavallermaggiore (Cuneo). Giovedì mattina due fratelli impegnati nella verifica di un silos alto una quarantina di metri, riempito ieri sera con mangime per animali, sono caduti all’interno. Davide Gennero 22 anni, è morto, Francesco che ne ha 25 è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Savigliano. In un primo tempo si era pensato che la caduta fosse dovuta al crollo del tetto della torre. Invece la vittima è morta per avere inalato gli odori tossici dei mangimi a base di mais. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Saluzzo e Savigliano e personale Spresal dell’Asl e il 118 con l’elicottero per i soccorsi che ha trasferito i feriti in ospedale. I due ragazzi sono figli del proprietario dell’azienda.

La prima ipotesi è che uno dei due giovani sarebbe svenuto a causa delle esalazioni mentre stava sistemando il mais nel silos e l’altro, che era con lui, avrebbe provato ad aiutarlo. A quel punto è intervenuto un terzo, sembra il padre e titolare della ditta, che ha chiamato i soccorsi.

“Non ci sono parole, è una tragedia per la nostra comunità. Conosco bene la famiglia”.Il sindaco di Cavallermaggiore (Cuneo) Davide Sannazzaro commenta così l’incidente di questa mattina in cui Davide Gennero è morto in un silos e il fratello è rimasto ferito in modo grave.
“I Gennero sono tra le famiglie storiche di queste campagne, conducono un’azienda modello specializzata nell’allevamento di Frisone da latte – aggiunge il primo cittadino -. Davide era legato a questa comunità, e faceva parte del comitato della frazione”.