Il Premio Strega 2020 va a Sandro Veronesi già vincitore nel 2006

222

Sandro Veronesi si ripete e vince ancora il Premio Strega. Lo scrittore con 200 voti stacca tutti il suo Colibrì (La nave di Teso), anche quello che era considerato il suo avversario più diretto, Gianrico Carofiglio che con La misura del tempo (Einaudi Stile libero) raccoglie 132 preferenze. Seguono Valeria Parrella con 86 voti per Almerina (Einaudi), Gian Arturo Ferrari con 70 voti perRagazzo italiano (Feltrinelli); Daniele Mencarelli con Tutto chiede salvezza(Mondadori) e 67 voti, Jonathan Bazzi con Febbre (Fandango) e 50 voti. “Il colibrì è il simbolo dei guerrieri, di tutti coloro che non mollano mai, che non si arrendono” afferma Sandro Veronesi mentre riceve la bottiglia di liquore. Nella storia del Premio Strega non è successo spesso che un autore, già vincitore in passato, vincesse di nuovo. Finora era accaduto solo a Paolo Volponi. Pioveva a dirotto la prima volta che ha vinto nel 2006 con Caos calmo.