Roma. Infernetto: Mattia Roperto ucciso mentre attraversa la strada in via Cilea

330

È finita in tragedia la serata con i compagni di scuola per festeggiare le fine della scuola che termina. Mattia Roperto, 14 anni, è stato travolto e ucciso all’Infernetto, quartiere residenziale a pochi chilometri da Ostia, mentre attraversava con gli amici sulle strisce pedonali di via Cilea. A travolgerlo un ragazzo di 22 anni alla guida di una Peugeot 106 verde che prima lo ha fatto volare per una quindicina di metri sull’asfalto e poi si è fermata cinquanta metri più avanti. Sull’asfalto nessun segno di frenata apparente. Il giovane alla guida è stato trasportato all’ospedale Grassi per gli esami di rito, l’alcoltest e il drugtest.

L’adolescente ha carambolato prima sul parabrezza dell’utilitaria ed è volato sull’asfalto. Per lui, non c’è stato nulla da fare. Alcuni medici hanno provato a prestare i primi soccorsi, invano. Anche gli operatori del 118 hanno provato a tenerlo in vita con il defibrillatore, ma Mattia Roperto è morto sul colpo. Sul posto intervenute subito pattuglie polizia locale dei Gruppi Mare e Gpit. Indagini affidate agli agenti del VIII Gruppo Tintoretto.

Mattia Roperto frequentava il primo liceo al Democrito e la comitiva aveva deciso di riunirsi. Insieme assaporavano la libertà della fine della scuola e quella da poco riacquistata dopo il lockdown. Ma la serata è finita in tragedia. Distrutti dal dolore i familiari, gli amici, i compagni di scuola. Tantissimi i messaggi di cordoglio postati in queste ore su facebook.