Una fonderia racconta il suo lato artistico: parliamo di creatività e sculture metalliche con un maestro artigiano

500

Un complemento d’arredo è ‘solo’ un oggetto decorativo che riempie uno spazio vuoto? È molto di più, è una personalizzazione che rende unico l’ambiente. Lo spazio vuoto a volte è il pretesto per soddisfare un bisogno e dà il via alla ricerca. È iniziata così la storia di un esperimento di creatività messo in pratica da un maestro artigiano abituato a lavorare tutto il giorno nella sua fonderia. Lavorò del metallo fuso come fa un pittore col colore sulla tela, e disegnò sul pavimento una trama. Lasciò poi che quella forma si fissasse, immutabile, nel tempo. Da quell’esercizio di creatività nacquero delle sculture metalliche, in alluminio totalmente riciclato, regalate all’inizio ai conoscenti e ai clienti più affezionati della fonderia. Roberto Novara di suo padre racconta: “Lavorare in una fonderia non esclude la possibilità di avere uno spirito creativo. Persone come mio padre erano abituate a fare tutto con le mani. Maturavano una grande maestria nella tecnica e un particolare rapporto, confidenziale, quasi intimo, con gli strumenti e i materiali usati nel loro lavoro. La mente poi non smetteva mai di pensare a nuovi modi di risolvere problemi, di usare al meglio quello che avevano a disposizione, di trovare qualcosa di utile anche in ciò che per altri era un errore o uno scarto”. Può quell’idea diventare ora qualcosa da proporre al pubblico? È la domanda che si sono fatti i figli di quell’artista improvvisato, che ha lasciato questa eredità creativa. La risposta è negli oggetti d’arte chiamati Unconventional Frame Opera (UFO), unici e irripetibili, con caratteristiche e misure ogni volta diverse. “Le vogliamo proporre come sculture metalliche da parete per l’interior design. In un panorama fatto di cose che si assomigliano tutte, lineari e minimal, ecco qualcosa di unico e sempre diverso. Nessuno di questi oggetti metallici è uguale all’altro per forma, trama e spessore del metallo”. L’abilità di un artigiano usata come strumento di diversità, per tutti coloro che cercano qualcosa di unico e irripetibile.