La Spezia. Stop chiusure contatori Iren, rinvio bollette per chi è in difficoltà

337

Il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini informa che il gruppo Iren, di cui il Comune della Spezia è socio, ha interrotto – già da lunedì 9 marzo – le nuove azioni di sospensione/riduzione delle forniture (gas, luce, acqua e teleriscaldamento) dovute alla morosità. Un provvedimento preso alla luce della crescente diffusione del Coronavirus e dei conseguenti significativi impatti economici e sociali sull’intero Paese. In un momento di grave emergenza per l’Italia, Iren conferma così l’attenzione ai territori serviti, alle persone e ai propri clienti. “Con questo provvedimento Iren ha dimostrato grande sensibilità nei confronti dei suoi clienti e dei territori in cui opera. Ha dichiarato il Sindaco della Spezia Pieluigi Peracchini – Stiamo vivendo un momento difficile che ha ripercussioni sui bilanci delle famiglie che tra le altre cose per motivi di sicurezza devono necessariamente rimanere nelle proprie abitazioni. Questa misura darà un po’ di respiro a chi normalmente vive una situazione di difficoltà oggi ulteriormente aggravata dalla diffusione del coranovirus. Ringrazio Iren per la decisione presa che mette al primo posto le famiglie e imprese in difficoltà e non il fatturato”. Inoltre, in attesa di specifici provvedimenti da parte del Governo e dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA), il Gruppo offre a tutti i propri clienti – famiglie e imprese – che subiscono un’oggettiva situazione di difficoltà economica, la possibilità di richiedere il rinvio della scadenza di pagamento di 30 giorni oppure la rateizzazione in tre rate nei tre mesi successivi. Tale opportunità è prevista per le bollette di gas, luce, acqua, teleriscaldamento e rifiuti in regime di tariffazione puntuale corrispettiva o commerciale, in scadenza dal 13 marzo fino al 30 aprile e relative a servizi collegati a regolare rapporto di fornitura. Per le bollette con importi superiori a 4.500 euro saranno definiti piani di rateizzazione specifici. Inoltre, non saranno applicati interessi passivi per il ritardato pagamento. Il rinvio della scadenza di pagamento o la rateizzazione potranno essere richiesti direttamente al Servizio Clienti, utilizzando i canali di contatto messi a disposizione dall’Azienda. Riceviamo e pubblichiamo la nota a firma di Alessia Merope in riferimento all’articolo di cui sopra. “Vorrei segnalare a Voi e ai miei concittadini che l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) ha stabilito, con comunicato stampa pubblicato sul sito arera.it, il blocco dei distacchi per morosità per elettricità, gas e acqua a partire dal 10 marzo e fino al 3 aprile. Non è quindi Iren ad interrompere le chiusure dei contatori per morosità. L’unica iniziativa intrapresa dalla suddetta società è stata quella di utilizzare una decisione presa da ARERA per farsi pubblicità tramite il Vostro giornale. Non è pertanto etico, né moralmente corretto sostenere che “con questo provvedimento Iren ha dimostrato grande sensibilità nei confronti dei suoi clienti e dei territori in cui opera” come dichiarato dal Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini. Cosi come non è corretto riportare che siamo “in attesa di specifici provvedimenti da parte del Governo e dell’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA)” la quale aveva preso questa saggia decisione 4 giorni prima della pubblicazione del Vostro articolo“.