Roma. Rilocalizzazione definitiva per 43 urtisti

Procede il lavoro di riordino del commercio su area pubblica nelle aree di pregio della città di Roma, così come stabilito dal Tavolo del Decoro. Dopo le verifiche di compatibilità con l’esigenza di tutela e decoro del patrimonio culturale e monumentale – su impulso della Cabina di Regia appositamente costituita dall’Assessorato allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale – 43 posteggi commerciali della categoria “urtisti”, in passato ubicati nell’area del Colosseo, saranno ricollocati in via definitiva.

Roma Capitale ha stabilito che 36 operatori potranno esercitare l’attività in via di San Gregorio, 1 in piazza Madonna di Loreto, 3 in via Vittorino da Feltre, 2 in piazza Bocca della Verità e 1 in via Carlo Alberto. Alla luce di questo provvedimento, una recente pronuncia del Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio conferma il venir meno dell’interesse dei ricorrenti alle contestazioni in merito alla provvisorietà delle delocalizzazioni in oggetto.

“Andiamo avanti con il decoro per la nostra città. Con questo atto ricollochiamo definitivamente 43 postazioni di urtisti che negli anni passati insistevano in zona Colosseo, e che rischiavano di tornarvi se non avessimo dato seguito agli esiti del Tavolo del Decoro. Il tutto, entro i termini perentori dettati dal Tar in materia di riordino del commercio su area pubblica, rispetto a questa categoria di operatori. Ringrazio il Dipartimento Sviluppo economico e l’Avvocatura capitolina per il lavoro prezioso che ci ha portati a una piena efficacia di risultato, tra l’altro confermata dalla recente sentenza del Tar al riguardo”, dichiara Carlo Cafarotti, assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin