Nettuno. Massimiliano Galimberti morto carbonizzato in via via Santa Lucia Filippini

216

Massimiliano Galimberti è morto carbonizzato in un incendio divampato al quarto piano di uno stabile via Santa Lucia Filippini a Nettuno. Il corpo senza vita dell’uomo di 48 anni è stato trovato dai vigili del fuoco intervenuti per spegnere le fiamme. L’edificio è stato evacuato. L’appartamento è stato reso inagibile per il fumo e il calore sprigionato dell’incendio. Massimiliano Galimberti è stato trovato all’interno della vasca da bagno, nonostante il pronto intervento dei vigili del fuoco e del personale sanitario del 118 che ha provato ad animarlo anche con defibrillatore, per lui non c’è stato niente da fare, è deceduto. A dare l’allarme sono state alcune persone che si sono allertate avendo notato fuoco e fiamme. Evacuato il quinto piano della palazzina, messe in salvo due famiglie. Sul posto, ricevuta la chiamata d’emergenza, sono intervenute pattuglie dei Carabinieri di Nettuno, della Polizia di stato di Anzio, quattro squadre dei Vigili del fuoco di Pomezia e Anzio e personale sanitario.