Esonero di Ancelotti: Napoli a Gattuso come traghettatore?

L’esonero di Carlo Ancelotti sembra imminente. Il mister prova a correre ai ripari ed impone il ritiro. C’è stato – scrive la Gazzetta dello Sport – che si è opposto. “Il gruppetto è quello solito, formato dagli stessi elementi che il 5 novembre scorso guidarono la squadra alla disobbedienza, a non rispettare l’ordine di Aurelio De Laurentiis che l’avrebbe voluta in ritiro”. Ma alla fine i giocatori azzurri hanno dovuto obbedire.

La fermezza di Ancelotti è legata anche alla sua posizione che è fortemente in discussione. Aurelio De Laurentiis sta pensando ad un eventuale presa di posizione, forte, se nelle prossime due gare (Udinese e Genk) non ci sarà un’inversione di tendenza. La decisione riguarderebbe l’esonero di Ancelotti e l’affidamento della panchina a Rino Gattuso, che è anche in contatto con la Fiorentina.  Commisso l’avrebbe individuato per sostituire Montella se a breve non dovessero arrivare i risultati. All’ex allenatore del Milan verrebbe affidato il compito di traghettatore fino al termine della stagione.

Carletto Ancelotti non ha voluto sentire ragioni e ha comunicato ai giocatori che il ritiro partirà da domani pomeriggio e proseguirà anche dopo la gara di Udine, fino alla partita di Champions, l’ultima del girone, che si giocherà al San Paolo, il prossimo martedì.

Il Napoli è una polveriera, che potrebbe esplodere. ADL ha sentito i suoi collaboratori più stretti per fare un punto sulla situazione. La sconfitta rimediata dal Bologna l’ha convinto ancor di più che l’ambiente meriterebbe uno scossone. Al di là dell’accantonamento di alcuni giocatori, tra cui i due a scadenza di contratto (Callejon e Mertens), il presidente potrebbe prendere una decisione clamorosa ovvero esonerare l’allenatore e affidare la squadra ad un tecnico-traghettatore che dovrebbe concludere la stagione. La classifica è mortificante per le ambizioni del club e non potendo mandar via tutti i giocatori, allora sta pensando di rimuovere l’attuale allenatore e sostituirlo con Rino Gattuso.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin