I grillini pronti a correre contro i dem in Emilia Romagna: Salvini ora certo della vittoria

173

Il fortino rosso cadrà. L’Italia si sta colorando progressivamente tutta di verde. E dopo il ko in Emilia Romagna e Calabria sarà davvero difficile che il Governo giallorosso regga ancora. Il Nazareno è molto preoccupato. I grillini sono in dissoluzione. Luigi Di Maio è sempre più debole e sempre meno rispettato. A preoccupare non sono soltanto i sondaggi che vedono il Capitano avanti nelle prossime regionali ma anche il fuoco “amico” grillino. Infatti avanza l’ipotesi che il movimento alla fine possa decidere non solo di non sostenere Stefano Bonaccini, il ricandidato governatore dem, ma perfino di sfidarlo con un candidato alternativo. L’idea è inaccettabile per il Pd. Di Maio però non ha la “forza” per bloccarla. Qualcuno teorizza che sia gli stessi grillini a voler far cadere il Governo, pur sapendo di andare a sconfitta certa. Bonaccini dal canto suo prova a prendere le distanze dal Pd. In effetti ha abolito il simbolo dagli account nei social e sul poster che lancia la manifestazione clou della sua campagna elettorale, sabato 7 dicembre in Piazza Maggiore a Bologna. Sul palco non ci saranno esponenti nazionali dem, anche perché se dovessero venire e inneggiare alla plastica tax o allo ius soli Bonaccini sarebbe spacciato. Se davvero i grillini facessero campagna contro si avrebbe la certezza matematica della vittoria di Matteo Salvini in Emilia Romagna.