Worldwiderace, ultima fermata: Valencia!

804

Siamo arrivati alla fine, Signori! Immagino così, Fiorenzo Caponera (Team Principal), come un capotreno che avvisa i suoi passeggeri e tutti gli astanti alla Stazione di arrivo che il suo potente mezzo di trasporto è arrivato a fine corsa. Increduli gli addetti ai lavori, si stringono intorno a lui, a Marica Pirazzini (coamministratrice del team) e ai componenti di uno staff sempre compatto e performante. Davanti a tutti, Carmelo Ezpeleta (CEO Dorna) che, guidando una nutrita delegazione di ufficiali di gara e organizzatori, viene a dedicare il giusto tributo al team più longevo del Mondiale (regalando un trofeo che condensa il pensiero di tutti). Tra le parole utilizzate durante l’incontro in hospitality due concetti importanti sono stati espressi dal “capo del Circus”: “…siete arrivati al Motomondiale prima di me” e poi ancora “questa è casa vostra!”. Come a dire …venite quando volete ed entrate senza chiedere il permesso, perché tanto (e bene) avere fatto per questo mondo! Bravo Ezpeleta, nessuna parola di circostanza, ma un sentito e trasparente riconoscimento a chi ha saputo navigare in un mare complicato e spesso burrascoso con eleganza e profitto per tutto il movimento. Al termine di una rutilante corsa senza sosta, con qualche inevitabile intoppo, vi sono da ricordare un po’ di lacrime e tante gioie. Un sogno durato 23 anni che al fine di ogni stagione aggiungeva un pezzetto di realtà fino ad arrivare ad acquisire la fisicità di una carriera densa di successi: con podi, mondiali vinti, ma soprattutto con l’onnipresente obiettivo di far crescere giovani piloti e lanciarli nel mirabolante universo delle competizioni mondiali su due ruote. Qualche anno fa, ho avuto l’onore e il privilegio di salire su questo treno, lanciato in una corsa sfrenata. Sono stato accolto come uno di famiglia (perché questo team è…una famiglia ) e nonostante l’iniziale stordimento sono stato accompagnato a comprendere i delicati ingranaggi e sofisticati elementi che lo compongono. La mia attività di Coaching è stata modellata tramite costanti e costruttivi confronti e inserita come ulteriore strumento di crescita per il team e per i piloti. Abbiamo, insieme, costruito un modello evolutivo eccezionale. Con Fiorenzo e Marica si è condensata la migliore espressione del mio lavoro sportivo: ho acquisito tante informazioni e, con tanta motivazione, ho sempre cercato di restituirle all’interno di un’organizzazione che già portava in sé un’altissima competenza. L’intimità del rapporto costruito con questi due grandi manager mi ha permesso di rubare loro due battute che sento di poter condividere per chiarire, se mai ce ne fosse bisogno, la loro grande professionalità e l’immenso cuore. Fiorenzo: “… Ogni storia, per essere definita tale, deve avere una fine. Dopo tanto lavoro pieno di soddisfazioni, noi siamo giunti a scrivere l’ultimo capitolo di un libro che racconta la nostra vita e mi è piaciuto un sacco”. Marica: “Il ringraziamento dell’organizzazione, i continui messaggi da chiunque ci abbia conosciuto nel Motomondiale e i continui attestati di stima che riceviamo in questi giorni, mi regalano un’emozione che mi ripaga di ogni stilla di sudore che abbiamo versato per arrivare fino a qui”. Ecco, questi sono loro. Questo è lo spirito del team worlwiderace: passione e pragmatismo. A Valencia, in questi giorni fa freddo. Un freddo becco, direbbe la mia nonna. Ma credo siano le condizioni perfette per giustificare qualche abbraccio in più che ci permette di scaldarci l’anima e nascondere qualche lacrima. Stefano Pigolotti