Drapia. Teresa Furchì e Caterina Costa morte in un incidente in A30

195

Tragedia della strada lungo l’autostrada A30 Salerno-Caserta. Una donna e la figlia, residenti a Drapia, sono morte nello scontro avvenuto in Campania. Nell’impatto è rimasto gravemente ferito anche il capo famiglia che è stato trasporto d’urgenza in ospedale. Le sue condizioni di salute sarebbero gravi. Le vittime sono Teresa Furchì, 50 anni, e Caterina Costa, 25 anni. Madre e figlia erano originarie del comune di Drapia, in provincia di Vibo Valentia. Sembrerebbe che alla base dell’incidente vi sia stata una serie di tamponamenti a catena. Sul luogo dell’incidente si sono recati rapidamente diverse ambulanze del 118 per prestare i primi soccorsi. Purtroppo, però, per le due donne, nonostante il personale medico abbia tentato di fare il possibile per poterle salvare, non c’è stato nulla da fare. Le loro ferite sono risultate essere infatti troppo gravi. Antonio Costa, 54 anni, invece, è stato prontamente stabilizzato sul luogo e poi, grazie all’intervento di un’ambulanza, è stato trasportato in codice rosso in ospedale. La famiglia si era recata a Roma, da dove stava ritornando, per poter effettuare alcuni controlli medici a Caterina. La notizia ha sconvolto la frazione del comune di Drapia, Brattirò, dove l’intera famiglia viveva.