Lombardia leader per investimenti su ricerca e innovazione

149

Il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala è intervenuto alla seconda giornata di lavori del World Manufacturing Forum, in programma a Cernobbio, sul lago di Como. Il World Manufacturing Forum è organizzato da Confindustria Lombardia, IMS e Politecnico di Milano, in collaborazione con la Commissione Europea, Regione Lombardia e UNIDO (United Nations Industrial Development Organizations). Questa seconda edizione a Cernobbio – dal 2018 sede stabile della manifestazione, la più importante del settore a livello internazionale – punta in modo specifico sulle ‘competenze’ necessarie al manifatturiero del futuro. MAGGIORE ATTRATTIVITA’ CON INVESTIMENTI IN RICERCA E INNOVAZIONE- “La Lombardia è leader in Italia nell’investimento in ricerca e innovazione – ha detto il vicepresidente Fabrizio Sala nel corso della conferenza stampa tenuta questa mattina – e ciò significa dare al settore economico lunga vita e attirare capitali che hanno bisogno di certezze per programmare gli investimenti. La Lombardia si confronta a livello internazionale e questo forum è una ricchezza perché si realizza una collaborazione vantaggiosa per il sistema economico e per la vita dei cittadini”. DA BANDO ‘CALL HUB’70 MILIONI A FONDO PERDUTO – “Come Regione Lombardia – ha proseguito il vicepresidente Sala – abbiamo dimostrato con i fatti di credere nella Ricerca e nell’Innovazione come leva fondamentale per la crescita e lo sviluppo economico, con una ricaduta positiva sul mercato del lavoro. Con il nostro ultimo bando ‘Call Hub’, Regione Lombardia ha messo a disposizione 70 milioni di euro a fondo perduto per progetti innovativi con un ritorno atteso sull’economia della nostra Regione di 1,5 miliardi di euro, praticamente lo 0,5 % del Pil”. “Sono stati presentati 78 progetti – è entrato nel dettaglio il vicepresidente di Regione Lombardia – con 443 partner coinvolti e 125 organismi di ricerca, con oltre 3800 addetti previsti”. “L’industria 4.0 è un orizzonte concreto in Lombardia – ha proseguito – grazie al numero di brevetti che vengono realizzati oltre ai numerosi acceleratori e centri di Ricerca del territorio. Un altro indicatore positivo è il numero di start up innovative manifatturiere”. DIGITAL TRANSFORMATION IN LOMBARDIA – “Ci sono altri dati interessanti – ha rimarcato Fabrizio Sala – che qualificano la nostra Lombardia: negli ultimi anni, 6 aziende manifatturiere su 10 sono state trasformate dal digitale e un imprenditore su quattro crede fortemente nel concetto di filiera per favorire lo sviluppo tecnologico della propria azienda”. IL SOSTEGNO DI REGIONE PER MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE – “A breve – ha anticipato il vicepresidente Fabrizio Sala – Regione Lombardia aprirà il Bando ‘Innodriver’ per sostenere le micro, piccole e medie imprese o anche i liberi professionisti nell’acquisizione e nello sviluppo di servizi avanzati di innovazione tecnologica. La precedente edizione ha concesso a oltre 300 micro, piccole e medie imprese lombarde contributi complessivi di 5,8 milioni di euro, per sostenere interventi di brevettazione europea e internazionale e per la realizzazione di progetti di innovazione in linea con quanto previsto dal programma strategico triennale per la ricerca, l’innovazione e il trasferimento tecnologico”. MOTORE ECONOMICO DEL PAESE – “Le tecnologie digitali – ha concluso – stanno trasformando il nostro lavoro e il settore manifatturiero è uno dei settori più coinvolti. La Lombardia, lo dicono i dati, segna la riscossa con una crescita costante vicina al 4% annua e con una ripresa in tutti i settori, svolgendo un ruolo trainante nel sistema economico nazionale”.