Crisi si governo. La Lega è al al 36,5%: Salvini passa all’incasso

91

I sondaggi fotografano una Lega in continua ed inarrestabile crescita. La rilevazione fatta da Swg in esclusiva per La7 vede Matteo Salvini accreditato al 36,5%. La percentuale è superiore alle recenti elezioni europee. “Gli italiani ci scelgono per la concretezza, ma anche per la lealtà”, ha spiegato il vice premier da Massimo Giletti a Non è l’Arena. Ad oggi Salvini più Meloni sarebbero al 43% e insieme a Berlusconi al 50%. La Lega ha incassato il 34,3% alle europee, un risultato storico per i leghisti. Ma il partito può crescere ancora. I sondaggisti rilevano come in soli otto giorni ha guadagnato un altro 2,2% attestandosi così al 36,5%. In questo panorama politico, estremamente fluido, a crescere sarebbero anche il Partito democratico che potrebbe arrivare al 23,5%. In caduta libera i grillini che scenderebbero sotto il 17,5%. Seguono, quindi, Forza Italia che potrebbe attestarsi intorno al 6,9% e Fratelli d’Italia che arriverebbe invece al 6,6%. “Gli italiani ci scelgono per la concretezza, ma anche per la lealtà” ha spiegato Salvini. “A chi mi dice che mi conviene andare a elezioni per raddoppiare i miei parlamentari, rispondo ‘no’ perché sono leale e ho dato la mia parola per cinque anni”. Tuttavia, ha avvertito il leader della Lega, “se i grillini continuano a dire ‘no’ a tutto, non si va avanti. Se ci sono dei ‘sì’ e il governo è costruttivo si va avanti, altrimenti no”.