Perugia. Ai domiciliari il segretario dem Gianpiero Bocci e l’assessore Luca Barberini

213

Terremoto politico in Umbria. Arrestati il segretario del Pd Gianpiero Bocci e l’assessore regionale alla Salute e coesione sociale, Luca Barberini. I due sono stati arrestati dalla guardia di finanza nell’ambito dell’indagine su alcune irregolarità che sarebbero state commesse in un concorso per assunzioni in ambito sanitario. Nei confronti dei due sono stati disposti i domiciliari. Nella stessa indagine perquisito anche l’ufficio del presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini. Anche il presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, Pd, è indagata nell’inchiesta che ha portato agli arresti domiciliari l’assessore alla Sanità Luca Barberini, il segretario regionale del partito democratico Gianpiero Bocci e altre due persone. Al momento non si conoscono gli addebiti nei confronti della presidente. I militari hanno perquisito l’ufficio della Marini, del segretario regionale del Pd ed ex sottosegretario all’Interno Gianpiero Bocci e dell’assessore alla Sanità della regione Luca Barberini. L’inchiesta della procura di Perugia riguarda un concorso di una delle aziende sanitarie umbre. “Dopo l’autosospensione del Segretario regionale dell’Umbria, il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha deciso immediatamente di commissariare la Federazione Regionale del Pd dell’Umbria con l’onorevole Walter Verini, Presidente del Pd dell’Umbria”. E’ quanto si legge in una nota del Pd.