Prestiti agevolati – Cosa sono e come ottenerli

È sempre più frequente durante la propria vita il ricorso ad una forma di finanziamento per fronteggiare spese più consistenti, non potendo disporre nell’immediato del denaro utile all’operazione.

Per tale ragione, spesso alcuni istituti finanziari offrono ai propri clienti, per un arco temporale ridotto, la possibilità di ricorrere a prestiti a condizioni agevolate: si pensi alle agevolazioni concesse alle famiglie nel caso in cui il capitale serva a ristrutturare la propria abitazione per migliorarne l’efficienza energetica, oppure a quelle di cui può beneficiare un privato per l’avvio o la prosecuzione di una attività commerciale.

I prestiti agevolati

Tra le varie forme di finanziamento offerte dalle banche spiccano i cosiddetti prestiti agevolati che, come già accennato, si differenziano dalle tipiche forme di prestito, in quanto concedono al beneficiario un prestito a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle offerte sul mercato (per approfondimenti e news: Calcoloprestito.org).

Nella maggior parte dei casi questi vantaggi si concretizzano nell’applicazione di un più basso tasso di interesse sul capitale prestato, nell’ azzeramento o riduzione dei costi accessori all’operazione finanziaria oppure nella garanzia di un accesso più facilitato per chi sia interessato.

Ad esempio, rientrano in questa categoria il microcredito ed il prestito d’onore.

Con la prima tipologia l’istituto bancario pone l’attenzione sulla persona del richiedente: difatti, trattasi di una forma di finanziamento concessa dagli istituti bancari a coloro che presentino difficoltà di accesso al credito. I beneficiari sono lavoratori autonomi ed imprese individuali dotate di Partita Iva, oltre a società di persone, società di professionisti, S.r.l. e società cooperative con Partita Iva, ad esempio per l’acquisto di beni o per la retribuzione di nuovi soci dipendenti. Invece, dal punto di vista strutturale, viene solitamente concesso al cliente un piano di ammortamento con durata dai 24 ai 60 mesi, generalmente per un importo massimo intorno ai Euro 35000.

Anche il prestito d’onore si concentra sulla persona del beneficiario, nel senso che viene concesso senza che questi presti all’istituto anche senza alcuna garanzia personale o reale e viene erogato ad esempio a giovani universitari (riservato agli studenti di Atenei convenzionati con le banche) o giovani imprenditori che abbiano raggiunto la maggiore età. Dal punto di vista oggettivo, genericamente vengono offerti ai richiedenti tassi di interesse più bassi rispetto alla media oltre alla possibilità di accrescere i tempi del rimborso, con sospensione del pagamento per un certo periodo iniziale.

Per poter accedere ad una delle varie forme di prestito agevolato, chiunque sia interessato deve pertanto accertarsi di essere in possesso dei requisiti obbligatori soggettivi ed oggettivi e, ove previsto, deve seguire l’iter predisposto dal regolamento connesso alla singola erogazione (si pensi alle ipotesi in cui si preveda la partecipazione ad un bando), anche avvalendosi dell’ausilio dell’Ufficio ivi indicato.

Gli istituti finanziari o bancari che offrono ai propri clienti delle forme di finanziamento, anche agevolato, spesso promuovono il ricorso a strumenti per procedere on line al calcolo della rata del prestito.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin