Morano Calabro. Sequestrati due manufatti abusivi

I militari della Stazione Carabinieri Parco di Morano Calabro hanno posto sotto sequestro due opere edilizie in Contrada Campotenese nel Comune di Morano Calabro (Cosenza). Il sequestro è avvenuto durante un controllo che ha constatato la presenza di una stalla adibita a ricovero caprini e di un manufatto in calcestruzzo adibito a vasca di accumulo per letami all’interno di una proprietà privata.

Tali opere – si legge in una nota -, verificata la documentazione in possesso del proprietairo e fatti i relativi rilievi, sono risultate non a norma. In particolare la stalla, struttura di circa 300 metri quadri, era stata realizzata in difformità parziale rispetto al permesso di costruire rilasciato dagli organi competenti.

Adiacente a tale struttura è presente un manufatto adibito a vasca di accumulo per letami. Tale opera è stata realizzata in assenza del titolo edilizio abilitativo, di autorizzazione paesaggistica e nulla osta dell’Ente Parco Nazionale del Pollino. Autorizzazione necessaria e vincolante in quanto le due opere sono state realizzate in zona “2” dell’area protetta calabro-lucana. Si è pertanto proceduto al sequestro dei due opere e alla denuncia del committente, dei due direttori dei lavori e dell’esecutore materiale per violazione alla normativa urbanistica e ambientale.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin