Al via il Carnevale di Acireale

Sarà un’edizione da grandi numeri quella del Carnevale di Acireale 2019: nove giorni di animazione, musica, spettacoli, divertimento nel centro storico, 11 carri allegorici, 9 dei quali in concorso, più uno di RDS, media partner nazionale, e un altro, un vero e proprio palco mobile, con ragazzi e ragazze diversamente abili, non più solo spettatori ma protagonisti, il ritorno dei gruppi mascherati che precedono i carri e tanti eventi collaterali, in più ogni sera un concerto o uno spettacolo di grande coinvolgimento, dagli acrobati volanti Sonics, che si sono esibiti domenica scorsa, in piazza Duomo, a Renzo Arbore, Bianca Atzei, Cristiano Malgioglio, Jerry Calà e altri artisti. E poi anche due splendide novità: la “madrina”, la show girl Rossella Brescia e l’esordio assoluto della mascotte in carne e ossa, la diavoletta in costume rosso che si chiama Lavica, nome scelto tramite un referendum popolare.

Clima di grande entusiasmo, per la conferenza stampa di presentazione, presieduta dal sindaco Stefano Alì, dal presidente della Fondazione Carnevale di Acireale, Orazio Fazzio, e dal direttore artistico, Giulio Vasta, questi ultimi due veri e propri veterani della manifestazione.

Tante, tante novità quest’anno. Forse quella più nota è legata al pagamento del biglietto d’ingresso – ha sottolineato Stefano Alì -. Una scelta quasi obbligata per fare crescere questo appuntamento particolarmente radicato nella storia e nell’economia di Acireale. Saranno giorni di spensieratezza, di allegria durante i quali cercheremo momentaneamente di tralasciare i problemi causati dal terremoto, ma soprattutto il carnevale è una grande opportunità in campo nazionale per fare conoscere questo territorio ricco di cultura, tradizioni e bellezze naturali e lo proiettiamo verso il futuro, con gli accordi con Università, istituti superiori, aziende per quanto riguarda l’impiego della robotica nei meccanismi sempre più complessi ed efficaci dei carri”.

Abbiamo lavorato con grande passione e competenza all’interno della Fondazione e in sinergia con il Comune per fare nuovo slancio al Carnevale che negli ultimi anni aveva un po’ segnato il passo. Il biglietto d’ingresso, che da anni accomuna l le manifestazioni più importanti d’Italia , è ampiamente ripagato dalla qualità dell’offerta di intrattenimento – ha sottolineato Orazio Fazzioche non ha precedenti ad Acireale e dai servizi, come tra tribunetta da oltre 1.000 posti in piazza Indirizzo. Abbiamo ipotizzato 100.000 paganti, tra biglietti singoli e abbonamenti, e la sensazione che percepiamo alla vigilia è di riuscire a centrare l’obiettivo”.

Per Giulio Vasta non ci sono dubbi. “Sarà il più bel Carnevale degli ultimi 37 anni, da quando cioè ho l’incarico di direttore artistico. La bellezza dei carri è eccezionale, ogni maestro carrista ha dato il meglio di sé per superarsi ancora una volta. I gruppi mascherati saranno una ritrovata nota di allegria e coinvolgimento in più. Abbiamo un intenso programma di spettacoli arricchito da artisti di grande qualità che hanno risposto con grande entusiasmo alla nostra proposta”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lucio Di Mauro

Giornalista - Presentatore Conduttore TV - Critico Teatrale e Cinematografico - Iscritto Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani