Catania. San Leone: Alberto Italia uccide il padre Gaetano poi lo abbandona in strada

Festeggiamenti di Sant’Agata funestati da un efferato omicidio. Un ottantenne è stato ucciso dal figlio. Il corpo è stato trovato in strada, in via Sardegna 15, a Catania. E’ l’ipotesi della polizia e della Procura che ha portato al fermo di Alberto Italia, 36 anni. L’uomo è stato arrestato in flagranza differita per omicidio e occultamento di cadavere. Aveva un divieto di avvicinamento alla famiglia emesso dal Gip su richiesta della Procura.

Gli inquirenti hanno sentito l’uomo che però si è avvalso della facoltà di non rispondere. In base a questa ricostruzione l’omicida, dopo avere ucciso il padre nell’abitazione di quest’ultimo, colpendolo violentemente al volto con pugni e calci e anche un corpo contundente, avrebbe cercato di “sbarazzarsi” del corpo portandolo in strada, ma sarebbe stato visto da alcuni passanti che hanno avvertito la polizia.

Alcuni abitanti del quartiere di San Leone poi avrebbero tentato di aggredirlo, ma è intervenuta la Polizia a proteggerlo. La vittima si chiamava Gaetano Italia. L’allarme è stato dato alla Polizia da una chiamata anonima che segnalava la presenza di un corpo dentro un mobile abbandonato in via Sardegna. Secondo quanto hanno riferito vicini di casa agli investigatori tra il padre e uno dei figli da tempo c’erano continui litigi. Personale della squadra mobile e il sostituto Bonfiglio stanno sentendo familiari della vittima, compreso il figlio sospettato del delitto.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin