Serie BKT 21esima giornata il Crotone torna a vincere dopo un lungo digiuno ed abbandona l’ultimo posto

201

Foggia   0 Crotone 2 Marcatori: Rohden 6°, Zanellato 14° Foggia (3-4-1-2): Noppert, Tonucci (Lojacono), Boldor, Martinelli, Zambelli (Greco), Gerbo, Agnelli, Deli (Chiaretti), Kragl, Iemmello, Mazzeo. All. Padalino Crotone (3-5-2): Cordaz, Sampirisi, Vaisanen, Spolli (Curado), Golemic, Rohden (Molina), Barberis, Zanellato, Mashach (Kargbo), Firenze, Simy. All. Stroppa Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce Assistenti : Bercigli – Rossi Cristian Quarto giudice: Fabio Natilla di Molfetta Ammoniti: Rohden, Kragl, Zanellato, Sampirisi. Angoli: 5 a 2 per il Crotone Recupero: 3 e 4 minuti Crotone con il carattere della squadra capolista nella seconda parte del campionato per recuperare il ritardo accumulato in classifica ed evitare la retrocessione. Questo è ciò che sta trasmettendo mister Stroppa ai suoi giocatori alla vigilia di ogni incontro. Il materiale umano a sua disposizione non rimane insensibile e contro il Foggia è arrivato il primo successo del girone di ritorno. Non era facile avere ragione di un avversario che sta attraversando un buon momento di forma. Esserci riusciti significa che il lavoro di mister Stroppa si confà con le caratteristiche tecniche dei suoi giocatori e giorni migliori per il Crotone ci saranno anche in seguito. Le preoccupazioni per la sfida di Foggia non erano poche a causa di assenze importanti nel reparto arretrato ed a centrocampo. In corso d’opera i sostituti hanno fatto dimenticare gli assenti ed il risultato finale lo dimostra. Inutilizzabili per motivi fisici i difensori Marchizza e Martella, ed il centrocampista esterno Molina, è toccato a Spolli, Golemic, ed al neo pitagorico prendere il loro posto. Ancora in tribuna permotivi fisici Nalini (il giocatore sembra avere poca voglia di giocare in questo periodo). In attacco conferma per Simy con al fianco Mashach. Zanellato, Barberis, Rohden, trio di centrocampo. Firenze esterno sinistro con il compito di non lasciare sguarnita la zona bassa. Mister Padalino ha richiamato l’ex Kragl sulla fascia sinistra in sostituzione di Ranieri, e Deli alle spalle delle due punte al posto di Galanoo. Per il resto confermati i nove/undicesimi vittoriosi in quel di Carpi. È subito Crotone fin dai primi minuti senza sbavature in difesa e concentrato in attacco con il sostegno del trio di centrocampo. La buona prova del primo tempo già si intravede al sesto minuto con il primo vantaggio. È Rohden (terzo gol stagionale) che ruba un pallone a centrocampo e si invola verso la porta avversaria e da fuori area fulmina in diagonale Nopper. Raddoppio della squadra di mister Stroppa al minuto quattordicesimo con Zanellato (primo gol in campionato) dopo l’assist in area da parte di Simy. Pericolo per il Crotone al quattordicesimo in seguito ad una punizione dal limite calciata da Kragl e respinta con i piedi da Cordaz. Il terzo gol pitagorico lo sbagliano prima Firenze e poi Simy al minuto ventisettesimo. Ripresa attenta e senza particolari errori difensivi da parte degli squali. Un Crotone ben registrato dall’esperto Spolli finché è rimasto in campo. Rohden ancora protagonista con ottime giocate di alleggerimento e offensive. Al minuto quarantotto e al cinquantottesimo ha impegnato il portiere avversario con ottimi tiri. Il migliore in campo. Buona prova dell’altro debuttante Mashach e bene ha fatto nei minuti in cui ha giocato Kargbo. Torna a vincere il Crotone dopo dodici giornate ed avviene in trasferta contro una difficile squadra. La scossa è arrivata, adesso sarà un altro tipo di campionato per i pitagorici.