In provincia di Taranto borse di studio post laurea per figli di lavoratori agricoli e di datori di lavoro

Taranto. In attuazione delle sue finalità istituzionali l’Ente Bilaterale FAILA_EBAT di Taranto istituisce n.10 (dieci) borse di studio del valore di 1.000,00 (mille/00) euro ciascuna, destinate ai giovani laureati.

Il bando prevede l’assegnazione di una borsa di studio per laurea magistrale; possono concorrere i figli dei datori di lavoro agricoli in cui il centro aziendale ricade nella Provincia di Taranto e dei lavoratori agricoli che hanno prestato la propria prestazione lavorativa in Provincia di Taranto e che:

  • abbiano conseguito o conseguano – entro il 31/12/2018 – diploma di laurea convotazione non inferiore a 105/110;
  • siano residenti nella Provincia di Taranto;

Il bando scade il 30/04/2019.

L’assegnazione avrà luogo entro il 31/12/2019.

L’esito dell’assegnazione sarà reso noto mediante PEC;

Saranno avvisati direttamente i soli vincitori.

Il candidato deve inviare, esclusivamente a mezzo raccomandata, PEC o corriere espresso, all’ Ente Bilaterale FAILA-EBAT, Via Dante Piazzale Bestat n° 5 – 74121 Taranto, entro e non oltre il 30/04/2019, la domanda di partecipazione firmata in originale, in carta libera, allegando:

  • curriculum;
  • copia del diploma di laurea o documentazione comprovante la votazione di laureaattesa;
  • autocertificazione stato residenza, fotocopia di carta di identità e codice fiscale;
  • ogni altro titolo utile (UNILAV e busta paga per I figli dei lavoratori agricoli, Certificato di regolarità Contributiva (DURC), per I figli dei datori di lavoro agricolo.

Per il termine farà fede il timbro postale o del corriere. Non è ammessa la consegna di persona.

Non saranno ammesse alla valutazione domande incomplete o prive, anche parzialmente, dei documenti richiesti o della compilazione del modulo on line.

Il Comitato di Gestione, dopo una prima selezione delle domande, si riserva la possibilità di chiamare i candidati a sostenere un colloquio.

Dichiarazioni non veritiere su elementi determinanti ai fini della concessione della borsa di studio comportano la non assegnazione o la revoca della stessa, con l’obbligo della restituzione delle somme eventualmente già riconosciute.

L’importo delle borse di studio è lordo, omnicomprensivo di ritenute di legge, oneri previdenziali e ogni altra spesa. La domanda di partecipazione è libera e gratuita. La borsa di studio potrà essere assegnata una sola volta. La documentazione inviata non sarà restituita.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin