Champions. La Roma mette un’ipoteca sul passaggio agli ottavi di finale

L’accesso agli ottavi finale di Champions è ad un passo per la Roma dopo la prova di forza a Mosca. All’italiana basterà fare un punto con Real Madrid e Viktoria Plzen per essere sicuri del passaggio del turno. Tuttavia potrebbe bastare anche così nel caso in cui il Cska non faccia sei punti nelle ultime due gare. I sigilli sono di Manolas e Lorenzo Pellegrini. Ottima prestazione di Kluivert. Bene, nel finale, anche il giovane Zaniolo. Per i russi ottime gare di Ahmetov e Oblyakov ma non bastano, complice anche l’espulsione all’11’ della ripresa di Magnusson per doppio giallo.

La partita si mette subito bene. Al 4’ la Roma è già avanti con Manolas, bravo di testa a insaccare un corner di Pellegrini e ad anticipare un Akinfeev non perfetto nell’uscita. Il Cska è sempre pericoloso, ma Mario Fernandes deve lasciare subito il campo per infortunio dopo uno scontro con Kolarov. Ma a sfiorare il raddoppio è invece proprio la Roma con Florenzi. Al 29’ si divora il 2-0 a tu per tu con Akinfeev.

Il secondo tempo si apre con Kluivert come protagonista. All’11’ costringe Magnusson al secondo giallo (e quindi all’espulsione) per evitare che l’olandese andasse in porta da solo. Prima e dopo il pareggio del Cska e il nuovo vantaggio della Roma. Al 5’ è Ahmetov a farsi tutto il campo ed a servire a Sigurdsson il pallone giusto, con l’islandese che di sinistro anticipa Santon e di destro brucia Olsen. Al 14’ invece un tiro sbagliato di Cristante diventa un assist perfetto per Pellegrini (in sospetto fuorigioco), che recupera la coordinazione in corsa e supera Akinfeev di sinistro. Con l’uomo in più e di nuovo in vantaggio per la Roma sembra tutto più facile. I giallorossi possono rientrare a Roma con la qualificazione ad un passo.

Lascia un commento