Milano. Tari imprese nel cassetto digitale realizzato da Infocamere

Tari a portata di click anche per le imprese milanesi. Grazie alla collaborazione tra InfoCamere e Comune di Milano, infatti, all’interno del cassetto digitale disponibile sulla piattaforma impresa.italia.it, gli imprenditori milanesi potranno trovare tutte le informazioni relative alla situazione immobili e pagamento della Tari, la tassa rifiuti del Comune di Milano. Sarà sufficiente accedere al proprio cassetto digitale e nella sezione “fisco e tributi”, nel caso di impresa localizzata sul territorio milanese, comparirà automaticamente il pulsante “Tari Milano”: con un semplice click sarà possibile accedere alla scheda informativa dell’immobile e controllare le informazioni catastali, come la data di inizio e fine occupazione, la categoria, l’indirizzo, la superficie complessiva e il tipo di denuncia. Cliccando poi sul pulsante “info” l’imprenditore potrà accedere al proprio fascicolo cittadino (comune.milano.it/fascicolocittadino) da cui visualizzare le denunce di occupazione presentate al Comune di Milano sia in forma cartacea sia in forma digitale ed essere indirizzato sul portale istituzionale nel caso in cui fossero necessarie nuove presentazioni, variazioni o cessazioni.

“Ecco un altro importante tassello del piano di trasformazione digitale che il Comune di Milano sta compiendo – commenta Roberta Cocco, assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici – reso possibile grazie all’ottima collaborazione con InfoCamere. Il dialogo tra il cassetto dell’imprenditore e il fascicolo del cittadino ci permetterà di semplificare ancor di più il rapporto tra i milanesi e gli enti locali”. “Questa innovazione certifica l’attenzione dell’Amministrazione nei confronti delle imprese milanesi e incontra il bisogno di semplificazione a vantaggio delle aziende. Un altro passo in avanti che avviene in concomitanza con il recente accordo siglato tra il Comune di Milano e Assolombarda sulla fiscalità locale”, conclude Roberto Tasca, assessore al Bilancio e Demanio.

“Con il cassetto digitale dell’imprenditore stiamo sostenendo le imprese a diventare sempre più digitali, – ha dichiarato il Direttore Generale di InfoCamere, Paolo Ghezzi – Per un’impresa essere digitale significa affacciarsi sul mercato con velocità, semplicità e trasparenza, diventando più competitiva anche a livello internazionale. Se l’impresa non è digitale non è impresa, e rischia di rimanere fuori dal circuito della creazione di valore di lavoro”. All’interno del cassetto digitale è anche possibile visualizzare tutte le pratiche presentate al Suap, lo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di Milano. La piattaforma – realizzata seguendo le linee guida dell’Agid e applicando il criterio “mobile first” – consente inoltre agli imprenditori di accedere gratuitamente dal proprio smartphone, tablet o pc tutti i documenti camerali riguardanti la propria azienda (visura, atti depositati, bilanci e molto altro ancora). Impresa.italia.it è accessibile attraverso Spid o Cns e ha già raggiunto 170 mila imprenditori italiani.

Lascia un commento