Metro Repubblica. Scale cedono sotto la pressione dei tifosi del Cska Mosca

La scala mobile della fermata della metro Repubblica, linea A, è venuta giù. Un cedimento improvviso sotto la pressione dei tifosi del Cska di Mosca. I russi, giunti a Roma per la partita di Champions League contro i giallorossi, cantavano e saltavano.  Sono in totale 20 i feriti. Uno è in codice rosso con il piede semi amputato. Degli altri 19 feriti, quasi tutti russi ma tra loro ci sono anche italiani, 8 sono in codice giallo e 11 verde. Questo il dato comunicato dalla Prefettura alla Protezione Civile.

Procura di Roma e Atac hanno già aperto inchieste. Al momento il fascicolo è aperto per lesioni. La voce, sempre più insistente, è che a provocare il cedimento sarebbero stati proprio i tifosi del Cska Mosca che, ubriachi, tutti insieme hanno saltato sulle scale mobili intonando i cori. E’ stato a quel punto che la struttura è venuta giù. Da un video dall’incidente postato su twitter da un tifoso russo, invece si vede che la scala mobile aveva preso una velocità eccessiva, molto maggiore di quella a fianco da dove viene ripreso il filmato. Alcuni passeggeri si gettano nella parte centrale della scala mobile per non cadere in basso, altri rallentano la caduta aggrappandosi ai corrimani. Ad un certo punto la caduta dei passeggeri si ferma, con alcuni che sono rimasti in piedi, altri schiacciati in basso.

Chiusa la stazione Repubblica della metro di Roma. I treni della metro continuano a transitare senza fermarsi alla stazione. Pianti e grida con tanta gente che è fuggita temendo un attentato. Decine di bottiglie di birra, vetri e pezzi di lamiera. Si presenta così la zona della stazione della metropolitana Repubblica.

Lascia un commento