Vibo Valentia. Il maltempo flagella la costa: Tansi denuncia edilizia selvaggia

97

Decine di interventi sono stati eseguiti sulla costa di Vibo Valentia a causa del maltempo che ha flagellato i Comuni costieri. Le intense precipitazioni hanno interessato la zona turistica tra Parghelia e Tropea e poi tra Joppolo e Nicotera. Super lavoro per i Pompieri vibonesi, coordinati dal funzionario Domenico Ferito e diretti dal vicecomandante Sebastiano Rotta, che hanno tratto in salvo 6 persone bloccate all’interno delle proprie abitazioni a Nicotera. Numerosi gli interventi per prosciugamento e rimozione detriti dalla sede stradale. A causa di una fuga di gas, provocata da uno smottamento di terreno, si è reso necessario procedere all’evacuazione di sei nuclei familiari che abitavano all’interno di una palazzina a Nicotera. A causa delle numerose richieste di intervento è stato necessario richiedere l’intervento di una squadra operativa e di una idrovora dal Comando di Reggio Calabria. Carlo Tansi, capo della Protezione civile della Regione Calabria, è giunto nel Vibonese per coordinare le attività. Attive 45 unità tra Protezione civile regionale e personale di Calabria Verde con quattro pompe idrovore. Tansi ha denunciato che “le cause dei fenomeni che hanno investito le aree di Joppolo e Nicotera sono dovute al fatto che, negli anni ’50, in zona esistevano diversi fossi che sono stati cancellati in conseguenza del boom edilizio che c’è stato. È chiaro che quando si verificano precipitazioni particolarmente intense la cancellazione del sistema di drenaggio trasforma queste aree in vere e proprie bombe a orologeria”. Maltempo Vibo Valentia