Verona. Ubriaco uccide Corrado Ferraro direttore commerciale della Fondazione Arena

156

Un grave lutto ha colpito Verona. Lungo l’A22 Autostrada del Brennero è morto Corrado Ferraro, direttore commerciale e marketing della Fondazione Arena. Il manager è morto alla guida della sua moto dopo essersi schiantato contro un’auto. Il direttore aveva 56 anni. Nell’impatto ha riportato ferite gravissime. Ferraro è stato trasportato in fin di vita all’ospedale di Borgo Trento dove è morto. L’uomo che stanotte ha tamponato la moto di Ferraro era ubriaco al volante. Si tratta di un uomo di 35 anni di Rovereto (Trento), che è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale aggravato. Attualmente si trova rinchiuso nel carcere veronese di Montorio. Il dirigente della Polizia stradale di Verona, Girolamo Lacquaniti, in una conferenza stampa ha spiegato che l’automobilista è stato sottoposto per due volte all’alcoltest, risultando positivo all’etilometro nelle due prove con valori di 1,42 e 1,47 grammi per litro. L’indagato ha tamponato la moto di Ferraro che è rimasta incastrata sotto l’auto. I due mezzi hanno preso fuoco e sono andati totalmente distrutti. Sul posto, oltre agli agenti della Polstrada per i rilievi, sono intervenuti i Vigili del fuoco di Verona per domare l’incendio. Corrado Ferraro, diplomato in violino al Conservatorio di Verona, laureato in Economia e gestione delle imprese di servizi all’Università di Verona, dopo avere operato come professore d’orchestra in vari teatri e orchestre, Ferraro da molti anni lavorava alla Fondazione Arena, dove aveva ricoperto l’incarico di direttore della biglietteria dal 1993 al 1996, e poi responsabile commerciale e marketing e dal 2002 direttore.