Dal GDPR al Decreto Dignità: ecco come sta cambiando il gioco online

317

Mentre stiamo ancora imparando le regole di un futuro indubbiamente dominato da Internet, ci sono alcuni trend che durante questo 2018 hanno influenzato notevolmente il mondo del gioco d’azzardo e che forse lo cambieranno per sempre, almeno in Italia. Si tratta di cambiamenti così importanti che non possono essere sottovalutati perché stanno coinvolgendo non solo i casino online nuovi e quelli di vecchia data, ma anche il mondo dei social media e la politica. Internet è ormai diventato un elemento chiave della nostra realtà quotidiana perché è il punto di partenza di tante tecnologie e rispecchia il dinamismo della nostra società e nonostante questo le regole da rispettare ci sono sempre. E anche queste, come il mondo del web, sono in continua evoluzione e sono dettate dai trend del momento e dalle richieste della società. Nel mondo del gioco online, dove tutto gira attorno ad Internet, forse queste regole valgono ancora di più e il 2018 da questo punto di vista è sicuramente un anno ricco di novità.

Il GDPR cambia il modo di concepire la sicurezza nel gioco

Tutto è iniziato a Maggio quando il GDPR, un regolamento generale sulla protezione dei dati ovvero una serie di leggi sulla privacy messa in atto dall’UE, ha apportato cambiamenti a livello globale in qualsiasi tipo di industria che lavora anche online. L’idea generale del GDPR è quella che qualsiasi settore all’interno dell’Unione Europea deve aderire a una nuova e molto severa serie di norme sulla privacy. Si presume che sia uno dei più grandi regolamenti mai piazzati sul mondo online e possiede una notevole importanza perché riguarda le fughe di dati e tutti i dubbi sulla privacy che assillano sempre gli utenti. Con il GDPR sono cambiate le norme di sicurezza e ciascun utente deve sottoscrivere (tramite il sito) il proprio consenso a ricevere contenuti promozionali o a cancellarsi da tutte le newsletter per non violare il proprio diritto alla privacy. Il fattore privacy è adesso alla base dei social media, in particolare Facebook da dove è partito tutto, e dei siti di casino online dove le sicurezza è un’assoluta necessità. Infatti il furto di dati online negli ultimi tempi era diventato una costante e crescente minaccia e il GDPR è arrivato nel momento giusto. A causa dell’intensa competizione nel settore del gioco d’azzardo tutti i siti di gaming si sono dovuti adeguare alle norme e hanno coinvolto i propri clienti nella gestione della loro privacy. Ciò si è automaticamente tradotto in un aumento della sicurezza e dell’affidabilità dei giochi online, che dopo il GDPR devono anche essere il più trasparenti possibile e devono riportare dei termini e condizioni chiari e ben accessibili, e soprattutto dei metodi di pagamento. Quest’ultimo aspetto è particolarmente importante dato che la maggior parte dei furti online coinvolgono, soprattutto nell’era delle criptovalute, il trasferimento di denaro. Oggi i siti di casino online sono diventati estremamente sicuri e per questo motivo è sempre raccomandato di giocare solo su casino regolamentati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Inoltre meglio diffidare di un casino a cui si è iscritti da tempo e che tra maggio e giugno non ha inviato mail sulla nuova normativa GDPR. Casino Web

Il Decreto Dignità: il gambling senza pubblicità

L’approvazione da parte del consiglio dei ministri del Decreto Dignità segna, senza alcun dubbio, la data dell’inizio di un nuovo momento storico per il settore. Il divieto assoluto su qualsiasi mezzo di ogni tipo di pubblicità riguardante il gioco d’azzardo comporterà una rivoluzione nel settore che probabilmente potrebbe risentirne in modo negativo. Facebook e Google ADS hanno già manifestato la loro volontà di aderire alla disposizione e pertanto il declino delle aziende di gioco potrebbe già essere in corso. Sebbene sia abbastanza prematuro poter dire quali saranno gli effetti del DL ciò che è sicuro è che senza la pubblicità il futuro delle aziende di gambling non sarà tutto rose e fiori. Tuttavia a destare maggiore preoccupazione non è la mancata possibilità di promuovere la propria azienda ma piuttosto la possibilità che l’illegalità possa approfittare di questo momento cercando di addentrarsi all’interno di un settore che già in passato ha sofferto questa piaga. Infatti molti sostengono che invece di un passo verso il futuro si tratta di un ritorno al passato e per la precisione a prima degli anni 2000 quando il gioco online non era ancora legale e i casino non potevano operare nemmeno regolati da AAMS. E mentre i ricorsi da parte delle aziende, come ad esempio quello di Leo Vegas che ha ufficialmente presentato un reclamo alla Commissione Europea, fioccano da tutte le parti solo il tempo dimostrerà il valore di questa disposizione che certamente porterà con sé un effetto a catena che si potrà ripercuotere anche nel settore dello sport dove il mondo del gioco ha un ruolo fondamentale. Lega Serie A, Serie B, Basket Serie A e Lega Pallavolo Serie A maschile e femminile hanno infatti espresso in una nota le proprie preoccupazioni relative alle disposizioni del Decreto Dignità in quanto secondo loro limiterà le risorse del mondo professionale e ridurrà la competitività internazionale delle squadre italiane. Tuttavia a parte questi effetti negativi dettati dalla mancata sponsorizzazione il modo di giocare non cambierà ma sicuramente l’approccio ai casino non sarà più cosi semplice come lo è stato fino ad adesso, soprattutto se si pensa che il primo step verso la scelta e l’iscrizione ad un determinato sito dipende spesso dalla pubblicità.

Connettere il futuro è il segreto

Mentre stiamo ancora aspettando quali saranno le novità che questo 2018, ancora a poco più di metà, ci riserverà e a come sarà gestito il Decreto Dignità possiamo certamente dire che il segreto per una buona riuscita delle cose è la connessione tra le varie parti: azienda e clienti. Il grande interesse per la comunità e l’impegno sociale sono la base per un futuro migliore dove attraverso la cura, l’attenzione e il coinvolgimento comune i casino online  e tutto il mondo di internet  può accrescere il proprio potenziale.