La Spezia. Notti al Castello: il 20 l’Elettra, il 21 serata dedicata all’antico Egitto

Le Notti al Castello San Giorgio propongono Venerdì 20 luglio alle ore 21 la rappresentazione teatrale Elettra, liberamente tratta dall’omonima tragedia di Sofocle, nella traduzione di Angelo Tonelli. La Compagnia Teatro Iniziatico dell’Arthena diretta da Angelo Tonelli. Tragedia della violenza tra consanguinei, e della sua catarsi, Elettra di Sofocle si apre con Oreste, figlio di Agamennone, che torna dopo molti anni a Micene, in compagnia del suo Pedagogo.

Egli, su ordine di Apollo, deve vendicare la morte del padre, ucciso dalla moglie Clitennestra e dal suo amante Egisto per usurparne il trono. Elettra, che provava un odio profondo (e ricambiato) verso i due assassini, era vissuta nella speranza che Oreste un giorno potesse tornare a vendicare il padre. Oreste dunque torna a Micene all’insaputa di tutti, e organizza un tranello: diffonde la falsa notizia della propria morte, che gli permette di constatare la gioia (e quindi la malvagità) della madre Clitennestra. Elettra, al contrario, è disperata (dimostrando quindi il suo immutato affetto per il fratello), ma si fa coraggio e decide che sarà lei a vendicare il padre. Ottenuta la prova della fedeltà della sorella, Oreste le rivela la propria identità, ed insieme i due organizzano un piano per attuare la loro vendetta.

La regia è di Angelo Tonelli e Susanna Salvi, la scenografia di Giuliano Diofili e le coreografie di Annalisa Maggiani. Gli interpreti sono Galliana Barabini, Luca Bossi, Greta Di Sacco, Elisabetta Morellini Susanna Salvi, Angelo Tonelli. Canto e musiche: Paola Polito e altri. Costumi: Maria S. Couture Maschere: Women at Work.

Sabato 21 luglio alle ore 21 torna a grande richiesta la serata dedicata all’antico Egitto con la conferenza dell’egittologo Giacomo Cavillier dal titolo Gli Hyksos nella valle del Nilo: archeologia e mito dei faraoni “asiatici”. L’incontro è dedicato al mito e alla realtà storica degli Hyksos, dominatori del Basso Egitto durante il II Periodo Intermedio (1700-1550 a.C. circa). Questi principi asiatici (canaanei) fondarono la XV e XVI Dinastia e dominarono il Basso Egitto dalla loro capitale Avaris nel Delta orientale e il loro apporto culturale mediterraneo fu cruciale per il successivo plasmarsi dell’Egitto quale potenza economica e politica in tutto il Vicino Oriente. Durante la conferenza saranno letti passi tratti da testi storiografici e letterari dell’epoca al fine di coinvolgere i partecipanti in quell’atmosfera storica e culturale avviata dagli Hyksos nella Valle del Nilo. Info: ingresso gratuito. Museo del Castello di San Giorgio, via XXVII Marzo La Spezia 0187-751142
museo.sangiorgio@comune.sp.it.

Lascia un commento