Come superare una crisi di coppia

Tu e il tuo partner state attraversando un periodo difficile? Non riuscite più a dialogare, né a trovare un punto d’incontro? Le cose potrebbero aggiustarsi ritrovando un equilibrio insieme o forse decidendo con serenità di lasciarsi; nell’uno o nell’altro caso si può avere bisogno della consulenza di un professionista che vi accompagni nel vostro percorso. Ecco allora come superare una crisi di coppia.

Coppia in crisi: come uscirne?

Nel momento in cui due persone decidono di mettersi insieme danno vita ad un patto implicito per trovare un equilibrio proprio della nuova coppia. Si tratta di un processo assai delicato in cui si incontrano le diverse visioni del mondo maturate all’interno delle famiglie d’origine da cui i partner provengono. Proprio la storia familiare e l’ambiente d’origine determinano quali aspetti specifici dell’altra persona siano rilevanti e, allo stesso tempo, inducono una selezione degli elementi del suo carattere che potrebbero rendere problematica la relazione entrando in conflitto con il mandato familiare. È un un gioco di compensazioni in continua evoluzione e proprio quest’ultimo determina il futuro della coppia: se si riesce a ristabilire ogni volta un equilibrio oppure se si interromperà la relazione.

D’altronde il conflitto è un imprevisto inevitabile, destinato ad emergere in ogni tipo di relazione e non necessariamente costituisce un evento negativo: il superamento autonomo del conflitto tra due partner, mettendo in campo le risorse personali o di coppia, rafforza anzi l’unità. Ma altre volte delle problematiche non possono essere risolte con successo contando esclusivamente sulle proprie forze; soprattutto nei casi in cui la stessa ragione delle tensioni non riesce ad essere esplicitata tra i due partner. I sintomi del disagio sono viceversa assai evidenti. Conflittualità, disagi personali di uno dei due partner o di entrambi (talvolta anche fisici), difficoltà sessuali e, in presenza di figli, essi stessi possono essere “designati” a portare sulle proprie spalle il peso della disfunzionalità familiare.

In questi casi si devono cercare nuove soluzioni o almeno una nuova maniera di comunicare all’interno e all’esterno della coppia, così da evitare di ripetere le stesse dinamiche familiari ormai disfunzionali. Infatti, talvolta, la migliore conclusione potrebbe essere la separazione.

Non è certamente un percorso facile, dal momento che mette in discussione investimenti emotivi, prospettive future e anche la propria autostima; per questo potrebbe essere necessario rivolgersi ad uno psicoterapeuta esperto per capire come superare una crisi di coppia. La terapia psicologica di coppia prevede incontri con i partner per svelare il contratto implicito della coppia, capire quali accordi sono saltati e come, se possibile, creare un nuovo contratto esplicito. E’ importante inoltre elaborare i vissuti di grande sofferenza, delusione reciproca, astio, rancori accumulati nel tempo dovuti al mancato rispetto del contratto.

Lo abbiamo detto: non sempre la soluzione giusta per la coppia è tornare allo status quo precedente la crisi, ma anzi trovare di concerto un nuovo equilibrio più adatto alla contingenza e una modalità comunicativa per conoscersi, incontrarsi, condividere risorse e accettare debolezze reciproche. Dunque, scopo finale dell’intervento terapeutico è riconquistare il benessere della coppia, ma anche dei singoli membri della famiglia con particolare attenzione ai figli minori.

Lascia un commento