Scontri a Gaza: le vittime sono almeno 58

Si aggrava di ora in ora il bilancio delle vittime degli scontri a Gaza. Sono almeno 58 i palestinesi uccisi dal fuoco dell’esercito israeliano.

Lungo la barriera difensiva si registrano al momento oltre 2400 i feriti. Tra le vittime c’è anche una bambina di 8 mesi. La piccola vittima si chiama Leila al-Ghandour. E’ morta respirando i gas lacrimogeni sparati dagli israeliani per disperdere la folla di manifestanti.

“La responsabilità di quanto sta accadendo è chiaramente di Hamas che sta intenzionalmente provocando la risposta di Israele“, fa sapere un portavoce della Casa Bianca. L’amministrazione Trump difende infatti la decisione di trasferire l’ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme, confermandone il riconoscimento come capitale d’Israele.

Lascia un commento