Ciampino. Il commercialista Alessandro Tolla aggredisce Maria Giuliano poi si uccide

Dramma familiare domenica mattina in via Francesco Baracca 26/b a Ciampino (Roma). Il commercialista Alessandro Tolla, al culmine di un violento litigio, ha tentato di sgozzare la moglie Maria Giuliano. Poi si è ucciso lanciandosi dal balcone dell’appartamento al terzo piano. Tolla è morto sul colpo. L’avvocato, soccorso, è ricoverata in gravi condizioni al Policlinico romano di Tor Vergata.

Alessandro Tolla aveva 42 anni. La moglie Maria Giuliano ha 37 anni. Al momento sono ignoti i motivi del litigio. Il quarantenne ha afferrato un coltello con cui l’ha ferita e ha tentato anche di tagliarle la gola. La donna ha cercato di difendersi. I due non hanno figli ed erano soli in casa.

Tolla, dopo aver inferto alcuni colpi, forse pensando di aver ucciso la moglie, si è diretto verso il balcone e si è lanciato nel vuoto. Il volo dal terzo piano gli è stato fatale. Le urla hanno svegliato condomini e vicini che hanno dato l’allarme. Sul posto gli agenti del commissariato di Marino diretto dal vice questore Nicola Giantomasi e un’ambulanza che ha prelevato la donna portandola in ospedale a Roma, al policlinico di Tor Vergata, dove è ricoverata in gravi condizioni. A Ciampino è arrivata anche la polizia scientifica insieme al magistrato e al medico legale.

Lascia un commento