Sarri: “Se ora credo anche io allo Scudetto? Per ora mi sono divertito”

130

Gente in strada, cortei, quartieri in festa. E’ la grande notte di Napoli. Dopo il fischio finale di Juventus-Napoli è iniziata la festa ai piedi del Vesuvio. I tifosi azzurri hanno dato inizio ai festeggiamenti che vanno avanti per tutta la nottata. Il sindaco De Magistris ha pubblicato un tweet: ”Napoli con cuore grandissimo! Andiamo a comandare! Forza Napoli sempre”. “Non è stata la partita perfetta ma è stata un’ottima partita: alla Juventus non abbiamo concesso niente e la vittoria è arrivata come logica conseguenza di questo atteggiamento. Se ora credo anche io allo Scudetto? Per ora mi sono divertito, abbiamo reso felice una tifoseria straordinaria come la nostra, ma per il resto la Juventus è ancora davanti: dobbiamo solo pensare alla prossima partita. Certo è che vincere qui è sempre difficilissimo e stupendo, è una soddisfazione enorme, ma dobbiamo anche rimanere lucidi perché al momento rimane fine a sé stessa”. Sono le parale a Premium Sport di Maurizio Sarri che commenta il successo del Napoli a Torino. ”Il dito medio prima della partita? Ho risposto a un gruppo di persone che ci stavano sputando e insultando in quanto napoletani, ma non c’entrano niente i tifosi juventini, non c’entra niente il tifo”. Il Napoli batte la Juve grazie ad un gol di Koulibaly al 90′ e riapre la corsa scudetto portandosi a -1 dalla squadra di Allegri quando mancano 4 giornate al termine. La Vecchia Signora cade allo scadere su un’incornata del difensore senegalese sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Napoli fa la partita della vita e raccoglie tre punti che rendono ancora più avvincente il finale di stagione sfatando anche il tabù dello Stadium. Il Napoli in questo stadio non aveva mai vinto. La scaramanzia a Napoli è tanta. Guai a pronunciare in anticipo la parola scudetto. Certamente rimane l’impresa. A quattro giornate dal termine tutto è da decidere.